News

Viverone: La risposta dei carpisti

Di Redazione pubblicato il 30/07/14

Dopo le pesanti accuse lanciate dal Consigliere Comunale Boschetti, arriva puntuale la risposta degli appassionati di pesca ed è una risposta chiara, lineare ed assolutamente trasparente.

“Insinuazioni del genere meriterebbero una querela ma preferiamo rispondere alle accuse in altro modo”.

A parlare è Andrea Cerreia Varale presidente dell’Arci Pesca Biella che intende rispondere alle accuse lanciate dal consigliere comunale di Viverone Cesare Boschetti.

L’amministratore aveva fatto pubblicare alcune foto relative a rifiuti lasciati a suo parere, nelle postazioni destinare al carp fishing.

Immagini che hanno fatto scatenare un vero e proprio putiferio tra gli appassionati che ogni giorno frequentano le sponde del lago. “

"Siamo stati accusati di fare una pesca che danneggia gli animali e l’ambiente ma non è così. Sarebbe bene che Boschetti si informasse prima di incolpare persone che oltre a praticare uno sport sano, si adoperano per salvaguardare il territorio”.

Tra i tanti pescatori ci sono anche alcune guardie ittiche che sono state formate per controllare la pesca sportiva sul lago.

“Alcuni di noi sono agenti ittico-ambientali. Una volta alla settimana effettuiamo dei controlli e molte volte ci è capitato di multare carpisti che non erano in regola. Questo perché abbiamo ben chiara l’importanza del nostro ruolo e perché siamo coscienti dell’importanza che le regole hanno in un’attività del genere. In altri episodi invece, ci siamo trovati di fronte a gruppi di pescatori di frodo senza poter fare nulla”.

Sarebbero loro, secondo il presidente, a rappresentare la vera emergenza.

“Le fotografie scattate non riprendono una delle nostre postazioni bensì, un’area vicina molto spesso frequentata da queste persone. Noi ci diamo da fare affinché il regolamento venga rispettato molte volte, rischiando in prima persona. Non solo, due volte l’anno, organizziamo una giornata di pulizia del lago questo a dimostrazione del fatto che per noi la cura del’ambiente è fondamentale”.

Mercoledì sera, i carpisti si riuniranno per discutere della situazione.

“Valuteremo cosa fare. Certo è che dovremo riprendere in mano il regolamento comunale concentrandoci sui nostri diritti ma rivedendo anche quali sono i nostri doveri. Da parte mia posso comunque confermare che le due associazioni viveronesi, sono disponibili a collaborare con la polizia locale e con i Carabinieri per effettuare più controlli.

Inutile dire che invitiamo anche il consigliere Cesare Boschetti avrebbe dovuto informarsi e non cadere nel solito tranello di chi vorrebbe disporre del lago per i prorpi comodi come accade in tante altre parti d'Italia. Bene hanno fatto i carpisti e L'ARCI a prendere una posizione dura e chiarissima. sarebbe ora che gli amministratori comprendessero cosa significa la pesca sportiva e che benefici fa ricadere sul territorio...


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)