News

Viverone; è lotta continua contro i bracco

Di Redazione pubblicato il 03/12/16


Queste foto e immagini, risalgono circa a 15/20 giorni fa...si tratta come ben avete capito, di ragazzi " pescatori" che liberano da reti di bracconaggio (200 m.) specie ittiche, reti lasciate in acqua bassa per distruggere tutto ció che rimane all'interno....la zona tristemente nota purtroppo del lago di Viverone, é quella al confine con l'uso civico del comune di Azeglio e comune di Viverone "uso civico e diritti esclusivi sulla pesca" e confine tra due province " Torino e Biella".qui nascono le problematiche e contraddizioni del totale menefreghismo e scarica barile delle due amministrazioni e responsabili del settore con il canonico rituale....." non é zona di nostra competenza, non possiamo fare nulla".. si puó fare invece eccome se si puó fare...si preferisce non vedere e sapere per non rompersi i coglioni...esempio sensibilizzare le forze di polizia di sicurezza ( vigili urbani degli stessi comuni, carabinieri, forestale e polizia di stato)..invece demandano e si affidano ad agenti ittici volontari di cui faccio parte, con ben poche possibilità e mezzi per debellare una piaga ormai senza freni, che negli ultimi anni si é allargata senza fine...Ben poco si puó fare se gli unici combattenti non armati sono, agenti volontari o semplicemente pescatori appassionati che con tanta volontà, etica, valori, rischiano a qualsiasi ora di fare quel poco possibile...queste foto e immagini sconcertanti sono ormai diventate abituali da chi opera nel settore e denuncia da molti anni, ma sempre lasciati soli dalle istituzioni....Tutto li..semplice sfogo e tanto ringraziamento a questi ragazzi..tutti...e per fortuna ci sono..


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)