In copertina...



Sponsor



VICE Italia on SKY TG 24 - Riflessioni personali su 'I PIRATI DEL PO'

di Marco Falciano pubblicato il 01/05/16

Ritengo nel complesso sia stato un buon servizio. E spiego la mia opinione. Concordo con chi sostiene che far passare la versione del "bracconiere sventurato" che dichiara addirittura di "non essere totalmente in regola", ma di "pescare solo un po' fuori zona, per prendere qualche quintale di pesce", è errato. Soprattutto se il discorso termina con "Se non faccio questo, cosa devo fare, andare a rubare e fare peggio?" come se il nesso fosse ormai scontato... O ti limiti a pescare illecitamente o vai a delinquere. Com'è stata errata anche la caduta di stile nel citare, tra i tanti protagonisti di questa battaglia, proprio un estremista di destra, sottolineando inutilmente questa sua caratteristica. Quando invece le persone in campo sono molte e agiscono senza badare alla politica.

Ad una prima visione appare, agli occhi di chi già conosce perfettamente il bracconaggio, un servizio che minimizza il problema.

Ma ad uno sguardo più attento si nota che le informazioni fornite sono molteplici, precise, avvalorate da fonti e da riscontri diretti, chi ha parlato è da un lato il bracconiere che fa la parte del buono e dall'altra Sindaci, Comandanti, Rappresentanti di associazioni e volontari  che denunciano un problema evidente e, ora più di prima, alla conoscenza di molte persone estranee alla pesca. La piaga peggiora di giorno in giorno, il danno ambientale è conclamato, e si sta creando un mercato nero sempre maggiore, a danno delle nostre acque, noi lo sappiamo, ma il pubblico perlopiù lo ignora completamente.

Il servizio ha trattato dell'importante tema, poco discusso,  della tossicità dei grossi pesci del Po, che potrebbe essere la nostra risorsa più efficace per bloccare definitivamente la pesca di mestiere lungo il grande fiume. 

Inoltre la giornalista è riuscita ad inchiodare con una domanda spinosa uno dei responsabili del Mercato Ittico di Milano che ha rilasciato l'intervista. Il quesito riguardava la facilità nell'eludere i controlli e far figurare come pescato lecitamente, pesce in realtà bracconato.

Ha dovuto rispondere "Di questo tipo di pesce da noi ne abbiamo veramente poco....".... brutta risposta.

Infine, per concludere, pensando al risalto assunto dal servizio,  trasmesso in prima e terza serata su SkyTG24, e che poi circolerà sul sito di VICE Italia, ritengo che ciò non possa fare che bene alla causa del l'antibracconaggio.

Causa che non necessita poche decine di determinati, ma necessita l'attenzione delle masse, e di conseguenza quella politica, e delle forze dell'ordine.

Perciò, poiché è stato il servizio più approfondito e più seguito sulla questione fino ad ora, e perché in ogni caso si è riusciti finalmente a parlare nel dettaglio di bracconaggio e per la prima volta descrivendo l'intera filiera coinvolta da questa pesca illegale, ritengo sia stato tutto sommato un buon servizio. Fino ad ora a mio parere il più completo sulla questione.






Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)