News

Veleni nel Brembiolo

Di Redazione pubblicato il 20/03/17

Una strage di pesce nel colatore Brembiolo.  Sono diversi quintali le carpe, tinche, i cavedani, barbi,

scardole e siluri rimasti uccisi dallo sversamento di liquami che nella mattinata di giovedì 16 marzo ha colorato di marrone le acque del colatore riempiendole di schiuma.

La polizia provinciale che ha condotto le indagini è riuscita a risalire all’origine della moria, la rottura accidentale di una tubazione per lo spargimento dei reflui zootecnici avvenuta durante la notte a cascina Santa Rosa di Ossago.

Il proprietario è stato denunciato a piede libero per scorretto utilizzo di liquami zootecnici.

Chiaramente nessuno di noi crede miniamente alla casualità di questo sversamento ed ancora una volta ci si deve porre il quesito se questi accadimenti non debbano avere una durissima repressione penale perché il danno ambientale perpetrato è conto tutti noi e non soltanto , contro un piccolo corso d'acqua.

La legge deve prevedere i vari livelli di disastro ambinetale e anche carponline si batterò affinchè questi reati gravissimi, che sono reati contro l'uomo, vengano duramente puniti.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)