Tecnica

Vecchio come il sughero!

Di Mattia Travasoni pubblicato il 28/03/18

Vecchio come il sughero

Inizialmente ero scettico. Una pop up con una pallina di sughero non mi sembrava una soluzione necessaria per le mie sessioni. Sottolineo la parola necessaria appunto perché, pur sapendo che il sughero è assolutamente impermeabile definendo condizioni di galleggiamento eccellenti, non lo vedevo necessario poiché lo interpretavo come elemento assolutamente superfluo in quanto le mie esche galleggianti erano già di per sé perfette.

Le mie pop up come gli omini di neve hanno sempre visto esche classiche commerciali e la loro funzionalità è sempre stata perfetta per quelle che erano le mie esigenze, tuttavia, qualche periodo fa mi sono trovato in condizioni in cui l’accoppiata gusto-colore diventava l’unica via per conseguire il successo.

Quando hai esigenze particolari, non sempre le esche ready made possono supplire alle necessità, principalmente per via di aromatizzazioni o colori che per quelle determinate acque non sono corrette. Diventa deduttiva la scelta di costruirsi pop up ad hoc per quelle circostanze.

CC Moore ha prodotto un elemento il cui mio scetticismo iniziale era alto, il Cork Ball Roller è un prodotto dall’elevata caratura tecnica per produrre esche pop up con all’interno una pallina di sughero.

Perché è utile?

Casualmente in una sessione passata lo avevo con me per la creazione di qualche foto e capirne a pieno la sua funzione: mai e poi mai avrei pensato che mi sarebbe tornato utile proprio quella volta.

Notavo che le carpe erano piuttosto svogliate ma pattugliavano sulla zona di pesca. Serviva un’esca che potesse spiccare su quelle in pastura, almeno il colore doveva essere differente ma se avessi usato anche un aroma diverso sarei stato certo che avrei avuto la meglio!

Con grande pigrizia provai a costruirne qualcuna notando che la velocità di costruzione era massima ottenendo così le pop up volute ossia esche giallo fluo aromatizzate alla frutta e pepe nero. Di certo elementi fortemente contrastanti con le Pacific Tuna che stavo usando!

Da lì, gli esperimenti con quell’attrezzo furono tantissimi tanto da usarlo anche con palline di sughero tagliate a metà, ottenendo quindi esche ad assetto neutro. Nulla di più eccezionale che poter disporre l’esca che volevo in ogni momento.

https://www.youtube.com/watch?v=cyjwga3zYCg

Cork Ball Roller come una droga!

L’inverno scorso ho condotto molte sessioni usando piccole esche di questo tipo ad assetto neutro trovando un’accettazione da parte dei pesci pressochè simultanea. Probabilmente il colore la faceva da padrone come del resto la grande performance aromatica che potevo variare di volta in volta a seconda delle esigenze.

Probabilmente si tratta di una delle soluzioni più efficaci per aree molto pressate oppure per tutte quelle circostanze in cui siamo obbligati a trovare l’esca giusta per ottenere i risultati voluti!

In inverno, tornando alla mia sessione, mi divertii parecchio usando soluzioni molto ricercate dedicate ad una pesca fine e molto attenta con lo scopo di fregare pesci svogliati e apatici; ovviamente non era solo l’esca a definire il ruolo principale ma anche la lenza come il sacchettino usato, appunto condito di elementi assai attrattivi come l’Odyssey XXX e il Feedstim XP (https://www.youtube.com/watch?v=6WoDZb2ZDck), un attrattore senza precedenti soprattutto in acque fredde. A conclusione, uno spod mix davvero carico di elementi attrattivi con fasi di pasturazione ben scandite nel tempo, infatti sono solito puntarmi una sveglia ogni 3-4 ore per ricordarmi di pasturare abituando i pesci a reperire costantemente cibo in quella determinata area del lago.

Il risultato non è tardato e i pesci sembravano assai curiosi verso le mie esche che spiccavano per colore e aroma su tutta la pastura!

https://www.youtube.com/watch?v=6071wfyUm8I

 


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)