Tecnica

Vai di Method!

Di Roberto Ripamonti pubblicato il 08/08/17


La tecnica di pesca definita  con il nome di “Metodo” rappresenta una buona alternativa al PVA e alle altre forme di pasturazione di precisione.

Il Metodo è un sistema di pesca a fondo che sfrutta le qualità attrattive delle palle di pastura poggiate sul fondale.

La palla di pastura sarà avvolta attorno ad un piombo apposito o generico e la tecnica di pesca sarà più veloce e spesso piacevole. I risultati spesso sono sensazionali anche se non si tratta del toccasana per tutte le occasioni ma, di una arma che può permetterci di catturare qualche carpa in più quando le cose non vanno bene.

Il metodo prevede l’uso di un terminale molto corto e una piccola boilies pop up o di fondo, oppure un innesco a granaglie vicino alla palla di pastura. Una soluzione tremendamente efficace per i laghetti e le sessioni ultra veloci è invece quello di innescare un impasto (vedi paragrafo dedicato). 

Un buon metodo si basa su una pastura elastica che viene manipolata sul piombo e per questa ragione dovremo cercare un mix di sfarinati molto leganti sia esso di produzione industriale oppure fatto in casa. Esistono ovviamente varie forme di mix già disponibili e prodotte da molte aziende così come è possibile creare dei magnifici method mix, semplicemente aggiungendo un 10% di farina bianca ad un  classico 50/50. In linea di massima questa miscela deve reggere un lancio di circa 50 – 60 metri di distanza senza rompersi. Ovvio che questa idea possa egregiamente sostituire i sacchetti di PVA nella pesca che preveda la posa dell’esca ed anzi, in tante occasioni credo che sia molto meglio scegliere una bella palla di pastura che non un piccolo sacchetto idrosolubile, ferme restando tutte le considerazioni che dovremo fare sulla tipologia del fondale e sulla convenienza  o meno, di avere un notevole numero di pesciolini, attratti dalla nostra magnifica esca / pastura.

 

Ricette per method mix.

Ricetta A Ricetta B

300 gr Semolino 300 gr Semolino

200 gr Farina bianca 100 gr. Farina di soya

200 gr Farina di soya 100 gr. Latte in polvere

100 gr Farina di gamberi 250 gr. Pastoncino per canarini

100 gr Farina di canapa 100 gr. Farina di canapa

100 gr Brasem 150 gr. Farina di riso

Ogni palla di pastura potrà essere arricchita con piccole pellets, boilies a pezzi oppure granaglie (canapa, mais etc).

L’innesco potrà essere a scelta tra granaglie, piccole boilies o pellets da innesco (hookbait pellets).

 Boilie crumb. 

Boilie Crumb è un termine che significa creare una base per la preparazione delle boilies e quindi, seguendo procedimenti di cottura leggermente differenti, ottenere eccellente materiale per la pasturazione di massa che può integrare o sostituire completamente le miscele di granaglie. Vi sono dei piccoli vantaggi con questo “sbriciolato” che si possono così riassumere;

  • facilità di preparazione
  • costi limitati
  • possibilità di immettere in acqua un aroma (solvente) identico a quello delle boilies che useremo
  • fortissima attrazione e dispersione 

In  pratica, tutte le volte che sbagliamo un dosaggio di un mix oppure, le boilies che abbiamo fatto non ci piacciono proprio per la forma quadrata (errore di estrusione) oppure, per il classico “buco in mezzo (mix slegato), abbiamo la possibilità di sfruttare questo buon materiale per la pasturazione. I vantaggi che avremo sono notevoli e le soddisfazioni…anche.

 

Mix per Boilie Crumb.- Per preparare le "Boilie crumb”, si possono usare un po’ tutte le combinazioni di mix, anche se i risultati migliori si ottengono con mix molto grezzi e dalla granulometria forte quali possono essere i birdfood. Questa struttura favorisce l’uscita degli attrattori per cui, risulta essere eccellente per operare un richiamo maggiore. Altri ingredienti da usare assolutamente sono i vari Robin Red, Nectarblend e perché no, tutti i pastoncini per canarini che ci capitano a tiro.

A seguire alcune ricette semplici e funzionanti e quindi, la sequenza di operazioni da svolgere utilizzando una serie di immagini che ritraggono Mauro Pitorri all’opera.

 

Ricetta 1 Ricetta 2 Ricetta 3

Farina di mais      20%        Farina di mais 30% Farina di mais 20%

Farina di soya      15% Farina di soya 20% Semolino 20%

Semolino              30% Semolino 20% Latte in polvere 10%

Latte in polvere     5% Farina di ceci 15%Farina di arachidi 15%

Biscotto                10% Farina di arachidi 5% Robin red 5%

Pastoncino            10% Farina di ceci 20%

Semi vari interi (una manciata) F. di semi macin. 10%

 

Poiché dovremo creare particelle che creino anche sostanza alla nostra pasturazione, sarà nostra cura mantenere un livello di macinazione grezzo e grossolano.

Tutte le fasi di impasto, aggiunta attrattori ed aromatizzazione ricalcherà esattamente quella stabilità per produrre boilies. La basi aromatiche saranno quindi illimitate e ci permetteranno di usare la nostra immaginazione e fantasia. 

 


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)