Tecnica

Un pizzico di sale

Di Kevin Nash - con la supervisione di Matteo Marmocchi pubblicato il 03/10/12

Penso che uno dei peggiori segreti nel carp fishing al momento sia l’uso della salgemma e la sua attrattività per le carpe. Ho detto “peggiori” perché è facile trovare una referenza del genere nei forum in Inghilterra, ma anche in Europa, ma stranamente, per coloro che lo stanno usando, è probabilmente uno dei segreti migliori. Alcuni dei miei migliori amici, ed anche bravissimi carpisti, pensano che il sale sia eccezionale, ma trattano questo argomento in modo molto delicato, specialmente perché lo stanno usando per catturare le carpe più grandi che ci stanno attorno. Ho usato il sale in passato, ma non in grande quantità proprio per capire se il sale è davvero efficace per catturare le carpe, quando funziona, e se si riesce a ricavare qualcosa di buono grazie al suo uso.

Per scoprire il motivo per il quale funzioni così bene, ci sono davvero tante ipotesi. Certamente, riesce a creare una nuvola di sospensione salina nella colonna dell’acqua, attraendo la carpe e stimolando la sua voglia di ingerirlo. In alcuni sperimenti scientifici, è stato scoperto che l’aggiunta di sale fa crescere la voglia di ingerirlo di più del 50%.

E’ consigliato soprattutto durante i mesi autunnali, quando la caduta delle foglie aumenta l’acidità del lago, il cambiamento del pH viene causato dalla pietra salina che serve anche come attrattore. Indubbiamente, includendo una pietra salina sull’erba pare sia particolarmente efficace, questo così farà cambiare il pH. E’ difficile accertare qual è la teoria e qual è la pratica, ma sono sicuro che quello che vedo con i miei stessi occhi, includendo una buona dose di sale al “koi pond”, crea chiaramente una reazione. La carpa pare che voglia inghiottire e di conseguenza scaricare una sostanza. Sembra che stiano intraprendendo un processo di pulizia delle loro branchie, certamente si nutrono più avidamente, in seguito.

Sembra che il Rock Salt sia migliore di altre forme di sale. Possibilmente, ci sono tracce di elementi naturali esclusivi all’interno della pietra salina (Rock Salt) che gli dà qualcosa di più, non li conosco ancora, così ho deciso di provarli tutti lo scorso Marzo, insieme alla decisione di avere qualche cattura nel Lago “Copse”.

Non ho mai approfondito il Copse in sei anni, fino a quando ho filmato “In Pursuit”. Ho avuto una sessione bizzarra, infatti, ho passato dodici notti a vuoto in fila lo scorso anno, e questa sequenza di notti mi ha portato a decidere di avere l’ultimo bip.

Il Lago di Copse ha delle carpe talmente diffidenti e combattenti  che di così guerrigliere non se ne trovano in tutta la Gran Bretagna, proprio per il fatto che erano di fronte a me nel gioco del “prova a prendermi”.  Quando ho passato queste dodici notti senza catturare una carpa, non ho avuto dubbi che parecchie carpe erano nel lago, si cibavano all’interno del lago, toccavano la mia esca ed improvvisavano un bip. Ancora, nonostante questo, non ne presi una, però almeno non potevo dire che non ci avevo provato. Ho pescato così duramente mentre provavo a risolvere i miei problemi con il rig, pensando ad ogni dritta che mi veniva in mente. La realizzazione più terribile per me è stata quando iniziai a convincermi che stavano proprio evitando il mio rig. Non mi sono mai sentito così privo di aiuto in tutta la mia vita da quando pratico carp fishing, ero così deluso che un semplice pesce mi stava prendendo in giro. 

Così questo fu il mio piano; mi ero messo all’opera sul Copse, cercando di sapere che cosa stava facendo la carpa, e come lo stava facendo, e disegnando un modo per prevenire che scappassero dalla mia esca.

Oltre questo, ho avuto un appuntamento oramai in ritardo con una grande, anzi, grandissima carpa chiamata “The Emperor”. Infatti, è stato questo pesce che volevo catturare quando ho filmato “In Pursuit”, ma che non sono riuscito a prenderlo. Come si è scoperto, ho catturato “The Emperor”, è stato più facile di quello che pensavo, così ho deciso di fare questo DVD riguardante la mia sofferenza e le mie tribolazioni nel Lago Copse, è stato così bello che si vede tutto minuziosamente nel film “The Final Account”.

Se alcuni di voi hanno visto il film, saprete già che stavo usando del sale. Una scena mostra proprio me che mi guardavo intorno e rovistavo con un palo nella zona dell’adescamento, e potrete anche vedere che c’è uno spot che era molto più profondo. Ho pasturato questa parte del lago per parecchie settimane, uno spot di circa quattro metri, ma nella metà, in un’area più stretta e concentrata, pasturavo con cento grammi di sale al giorno. La carpa scavava uno sporco e grande buco, della misura di all’incirca mezzo metro di profondità, perfettamente al centro della mia area pasturata, così misi del sale nello spot.

Ho scoperto quest’occorrenza come troppo ovvia per ignorarla, e l’ho vista fare parecchie volte in altri laghi, credo sia un’indicazione chiara del fatto che la carpa trova che il sale sia immensamente attrattivo. In un lago, ho smesso di pasturare, ma ho continuato a nutrirle con una dose giornaliera di cento grammi di sale. L’ho fatto per due settimane,  e pare che quella parte del lago sia stata visitata continuamente di più ogni giorno, anche se non c’erano segni di pasturazione.
Adesso sono così appassionato dell’uso del sale, l’ho trovato un buon modo per ripulire il lago velocemente. Buttatelo sulle alghe e sarete sicuri che la carpa arriverà subito in quel punto, ripulirà le alghe per voi.

Quando si usa qualsiasi esca od ingrediente, l’angler responsabile deve sempre essere cosciente di qualsiasi potenziale effetto che dà all’ambiente. Bisogna assicurarsi che abbiamo pescato eticamente, soprattutto quando trasmettiamo ciò che abbiamo imparato.

Originariamente, ho lanciato il sale, con un ottimo dosaggio di sessanta grammi che trovo perfetto, fino a tre volte nell’arco di 24 ore, ha funzionato meravigliosamente. Non ho notato alcun vantaggio nel pasturare di più. Infatti, credo che il sale dia il massimo se pasturate in piccole quantità, ma spesso. Così appreso questo, ho voluto applicarlo ogni volta che vado a pesca.

Allora, provate i Rock Salt, ma per favore non abusatene, altrimenti renderete le vostre acque come acque saline.

Non vorrei vedere i nostri laghi di carpe pieni di sogliole e triglie in un futuro!

Un altro po’ di indicazioni per voi, è solo la pietra salina che dispone di proprietà attrattive per la carpa. Per alcune ragioni, non si tratta di sale di mare – si chiama pietra salina.. ed ancora “Rock Salt”. E’ importante che siete sicuri del fatto che state usando questo tipo di sale commestibile. Non pensate e non mettetevi in testa assolutamente che potete usare la roba che lanciano nelle strade, che è composta da sostanze chimiche alquanto dannose. Per favore, comprate sale solamente nei supermercati o lasciate fare a noi.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Commenti

antonio il 09/10/16
salve leggndo il post mi sorge spontanea una domanda.... il Rock salt è composto come il sale da cucina da sodio e cloro(NaCl)?della chimica so che il cloruro di sodio in acqua non varia il ph perchè non genera ioni H+...però nel post si dice che il ph viene variato....a cosa è dovuta questa variazione di ph? vorrei cercare di capire...grazie


Matteo Marmocchi il 22/10/12
Paolo, precedentemente c'erano dei pellet sferici che si scioglievano e dei pellet cilindrici con il buco nel mezzo chiamati rispettivamente SOLUBALLS e CHAIN REACTION al ROCK SALT, servivano solo per pasturare e non come innesco. Ma il loro processo ci stava corrodendo i macchinari, quindi abbiamo eliminato i ROCK SALT al SOLUBALLS e CHAIN REACTION. Per l'ultima frase: è tradotta bene, si dice di non comprare e di non usare il sale che usano per sciogliere il ghiaccio sulle strade, perchè è altamente dannoso, ma comprare eventualmente sale commestibile solo nei supermercati, oppure di lasciar fare a noi, cioè comprarlo nei negozi da CF e comprare solo il Rock Salt... A presto!!!


Marcucci Paolo il 19/10/12
sul vostro ultimo dvd, Nash fa vedere del sale pressato a forma di boilies é giá forata non la usa per pescare? e usare una pietra di sale nell´arma mash che ne pensi? hai tradotto "Per favore, comprate sale solamente nei supermercati o lasciate fare a noi". non doveva essere " o compratelo da noi". o "con noi".


Matteo Marmocchi il 19/10/12
Viene usato solo come pastura, questo sale si scioglie, come innesco si mette un'esca tradizionale.


Marcucci Paolo il 18/10/12
malo usate per pescare anche sull´air rig e se lo fate come?


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)