News

Un momento storico per la pesca ricreativa italiana!!

Di Redazione pubblicato il 22/05/12




Il lungo lavoro di mediazione svolto principalmente dai Presidenti di Esox Italia, CFI, UMPeM e S.C.I., nell’ordine Corrado Forlani , Agostino Zurma, Fabrizio Stefanini e Mario Narducci, tra i rappresentanti delle associazioni delle discipline di pesca ecosostenibile, ha dato finalmente i suoi frutti con la firma congiunta di un fondamentale protocollo d’intesa.  All’importante evento che ha avuto luogo sabato 19 maggio nella suggestiva cornice di una sala del Castello Estense di Ferrara, sono intervenuti non solo i massimi rappresentanti delle associazioni firmatarie, ma anche le maggiori Istituzioni Provinciali, nella figura dell’Assessore alla Protezione della Flora e della Fauna della Provincia di Ferrara, Stefano Calderoni, e le più alte cariche di Federazioni storiche Nazionali, quali il Presidente Nazionale FIPSAS, Claudio Matteoli.

Quest’ultimo ha portato un messaggio di grande apertura della Federazione rispetto alle istanze normative e ambientali che necessitano urgentemente nel mondo della pesca e ha assicurato il suo sostegno per le battaglie future.


La sede del Capoluogo emiliano non è stata scelta a caso, ma in virtù della sensibilità sempre dimostrata delle Autorità  Provinciali, in particolare dalla Dr.ssa Elisabetta Mantovani, Responsabile dell’Ufficio pesca e attività faunistico-venatorie, anche lei presente all’incontro, alle temetiche riguardanti la protezione dell’ambiente e la salvaguardia degli endemismi a rischio.
Tra i punti fondamentali dell’accordo la costituzione di un coordinamento strutturato di reciproca collaborazione che consenta di affrontare le oramai note criticità dei nostri ecosistemi acquatici con un’azione comune e condivisa a favore del recupero ambientale dei bacini idrici e della fauna ittica originaria. Il documento prevede anche l’impostazione di iniziative unitarie a difesa dei diritti e delle esigenze dei pescatori di ogni singola DPE, sostenendole con la forza della coesione comune nella relazione con Enti, Associazioni e Istituti di ricerca, sempre in funzione delle esigenze naturali delle acque.

Erano presenti oltre i presidenti delle associazioni già nominate LBFI col Pres. Daniele Ario;  Spinning Marino col Pres.Alessandrò Trillo’;  Bass Italy col responsabile ambiente Filippo Melandri; Comitato Centro Adda rappresentato da Maurizio Biolcati; ANBB col Vice Pres. Flavio Manaresi.  E presenti per delega Loris Ferrari di BB&co e Saverio Bersanetti di Per il Mare.
La condivisione sui problemi che minacciano la pesca sportiva e ricreativa è stata unanime e si pensa di partire dal 2013 con forti progetti comuni sul territorio.
La componente scientifica, come è giusto che sia, è tenuta in grande considerazione da parte delle associazioni firmatarie, tanto che per la stesura dei progetti comuni viene espressamente citato nel documento il ricorso al parere autorevole di ittiologi di autorità indiscussa (AIIAD).
La firma di questo accordo segna una svolta storica nel panorama nazionale, perché per la prima volta in assoluto le associazioni di pesca più rappresentative si raccolgono sotto un unico ombrello, andando a porsi di diritto come interlocutore privilegiato e più qualificato per le Autorità Provinciali e Regionali su tutte le tematiche che rigurdano la gestione delle acque e la riqualifica faunistico/ambientale dei nostri martoriati corpi idrici.



Elenco delle Associazioni aderenti (in rigoroso ordine alfabetico):

ANBB / Associazione Nazionale Belly Boat

BB&co. / Black Bass and company

CCA / Comitato Centro Adda

CFI / Carp Fishing Italia

EI / Esox Italia, Pesca e Tutela del luccio

ITALY BASS

LBFI / Ledgering and Barbel Fishing Italia

Per il Mare / Associazione di tutela della pesca ricreativa in mare

SCI / Spinning Club Italia

SM / Spinning Marino

UNPeM/ Unione Nazionale Pescatori a Mosca


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)