News

Trasportavano carpe- presi...

Di Redazione pubblicato il 30/07/14

 Trasportavano carpe su un furgone privo di requisiti sanitari richiesti per legge. Per questo il personale del Corpo forestale ha fermato due cittadini rumeni residenti in provincia durante un controllo di routine. Tutto il pesce pescato oltre a quello impigliato nelle reti e ancora in buone condizioni vitali è stato sequestrato ed è stato liberato nel fiume stesso, mentre ai pescatori è stata notificata una sanzione amministrativa relativa all’assenza della documentazione attestante la tracciabilità degli alimenti.

Sono inoltre state sequestrate cinque reti collocate lungo il fiume Reno per una lunghezza complessiva di circa 300 metri lineari e un’imbarcazione di oltre 3 metri utilizzata per lo svolgimento dell’attività ittica illecita. L'operazione è stata condotta dal personale del Corpo forestale dello Stato del Comando stazione di Ravenna e del Posto fisso di Casalborsetti. "Il Corpo Forestale dello Stato è intervenuto in un’attività programmata di intensificazione dei controlli del territorio mirata alla salvaguardia della riserva ittica del fiume Reno - ha spiegato Giovanni Naccarato, comandante provinciale del Corpo forestale dello Stato -. Soddisfatto per il risultato raggiunto, grazie all’impegno ed all’alta professionalità del personale impegnato nel servizio programmato per il rispetto delle leggi e dell’ambiente".

Tratta da http://www.restodelcarlino.it


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Commenti

Roberto il 30/07/14
Una buona notizia. Una di quelle che scaldano il cuore. Nel mantovano ne abbiamo lette molte di simili poco tempo fà..sequestri di reti, di pesce e sanzioni amministrative conseguenti ad un uso distorto delle riserve ittiche dei nostri territori.. Ma se una persona o un gruppo organizzato pescano pesce in quantità industriale, senza ritegno e senza autorizzazioni..essi in realtà..non stanno RUBANDO? E per il furto...non è prevista la sanzione PENALE oltre che amministrativa? Un plauso sempre più rumoroso alle forze dell'ordine e a tutti quelli impegnati nella difesa del territorio!!!Ma non è ora di dare a queste persone nuovi e più potenti mezzi di persuasione, per poter più efficacemente contrastare un fenomeno che oramai è presente in tutte le nostre acque?


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)