In copertina...



Sponsor



Sequestro di reti a Po di Goro

di Marco Falciano pubblicato il 12/07/16

Domani mattina un bracconiere si sveglierà all'alba, si recherà sul Po di Goro e scoprirà con amaro stupore che la sua rete da oltre 400 mt calata nel Parco del Delta in una chiara zona di frega è scomparsa.

Un altro piccolo successo firmato in collaborazione tra UPE ed EUROCARP CLUB conferma che la musica sta cambiando, e presto anche nelle acque del delta sentiranno il fiato sul collo.

Sono personalmente colpito ogni volta che vedo volti nuovi aggiungersi al gruppo che si sta espandendo tra Ravenna e Ferrara, e sono fiero di poter collaborare con ragazzi così in gamba e determinati in quello che fanno. Disposti a percorrere 2 ore di auto  per salvare del pesce destinato a una fine atroce, ragazzi che dopo qualche settimana di inattività sentono il richiamo del fiume, quasi si sentissero in colpa per averlo lasciato così a lungo, e corrono a difenderlo.

Il nostro territorio è ferito e sono convinto che la cura sia rappresentata dall'esempio offerto da questi ragazzi e da chi come loro è disposto a sacrificarsi, non soltanto per la propria passione, ma per il ben più profondo amore per il proprio territorio, per la tenacia nel difendere la vita dai biechi attacchi dell'uomo, e forse per la piccola illusione di cambiare, seppur limitatamente, la situazione.

Continuaiamo su questa lunga e tortuosa strada e ci auguriamo un giorno di poter dire "Li abbiamo battuti e ne è valsa la pena".

Prima di allora la guerra continua.

Marco Falciano









Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)