News

Sequestro di reti Comacchio

Di Redazione pubblicato il 27/03/17

Due interventi sono stati messi a segno da Polizia provinciale e volontari del raggruppamento delle Guardie giurate ecologiche volontarie (Gev) nell’imminente chiusura dei canali adduttori alle valli di Comacchio.

Misura adottata per tutelare la risalita del pesce novello.

Interventi che hanno portato alla rimozione di 87 cogolli non consentiti, immersi nell’acqua e non visibili, e circa 40 chili tra anguille, cefali e sardoncini, e altrettanti tra granchi e gamberi, tutti rimessi in acqua.

Il pesce è stato trovato intrappolato in cogolli con maglie di misura inferiore a quelle previste e privi di ogni contrassegno. Gli attrezzi di cattura erano stati posati sul fondo dei canali Foce, Navigabile e Pallotta in valle Fattibello.

Le azioni, una notturna dalle 20 alle 24 e l’altra di mattina, sono state condotte con pattuglie miste formate da agenti provinciali e gev.

Nel caso i proprietari richiedessero le reti, dovranno prima pagare la sanzione prevista.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)