Scarichi abusivi nelle acque interne: ne parliamo?

di Marco Falciano pubblicato il 13/05/16

Sono centinaia gli scarichi di acque grige o acque nere che si riversano nei canali ferraresi, assieme all'agricoltura intensiva e il largo utilizzo di veleni e pesticidi sono la causa principale d'inquinamento delle nostre acque. Le stesse che poi utilizziamo per irrigare i capi. I controlli sono sommari, spesso e volentieri vengono addirittura evitati dai tecnici competenti. "Tanto il canale è pieno di di gasolio e altri carburanti, non servirebbe a nulla analizzare le acque" ci siamo sentiti rispondere telefonicamente da un tecnico ARPA quando abbiamo segnalato uno scarico di origine industriale nel Canale Burana, proveniente da una nota ditta di smaltimento rifiuti, successivamente sanzionata su nostra insistenza. Abbiamo, insieme al M5S di Ferrara e al Comitato in Difesa dell'Ambiente, scoperchiato una questione taciuta e ignorata da troppo tempo che continueremo ad approfondire. Teniamo conto che la situazione è paradossale, ripensando ad alcune proposte e teorie espresse non più di un anno fa in certi tavoli di lavoro delle amministrazioni, non era infrequente sentire affermare, in relazione alle nostre acque cariche di metalli pesanti, diserbanti, diesel, fertilizzanti e acque di scarico che... "la vegetazione ripariale che offriva riparo alle specie autoctone è scomparsa per colpa dell'Amur." o "lo stato delle acque dagli anni '60 ad adesso è migliorato, la fauna ittica scompare per colpa del siluro". Quante risorse, quanti finanziamenti, quanto tempo viene sprecato per avvallare progetti di recupero ambientale totalmente inutili, quanta ignoranza o quanta mala fede si cela dietro certe scelte?
Sarà nostro onere scoprirlo e fare finalmente luce su questa questione, ancora nascosta e sotterranea come i tubi degli scarichi che continuano a insudiciare le nostre acque.

 

https://www.youtube.com/watch?v=7qZDlXVmyKQ

Il M5S di Ferrara, nel recepire le segnalazioni dei cittadini della frazione di Boara, e in ottemperanza alla Legge 68/2015 che disciplina i delitti contro l’ambiente, all'inizio del mese di aprile ha provveduto a documentare e denunciare una criticità ambientale costituita da consistenti scarichi fognari in più collettori urbani della frazione, nel canale che costeggia la via di Copparo, emersi durante i lavori di rifacimento delle pareti dello stesso. Sono segnalati in più punti e riforniscono di materiale liquido di colore nero e schiumoso, in quantità variabile, le acque del canale.
La risposta dell'amministrazione Comunale è stata tempestiva, riconoscendo la presenza di un illecito ambientale ed impegnandosi nel controllo, messa a norma e sanzione.

Ringraziamo i cittadini e le guardie ecologiche volontarie dell’aiuto e confidiamo in una ulteriore collaborazione nel controllo dell’aderenza dell’Amministrazione all'impegno assunto.

http://www.movimento5stelleferrara.it/risposta-allinterrogazione-scarichi-fognari-nel-canale-di-boara/






Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)