Salasco News 2017

di Maurizio Cavallotti pubblicato il 08/03/17

 Salasco News 2017

Il lago di Salasco è un lago molto conosciuto che nasce nei primi anni settanta nell’omonimo comune in provincia di Vercelli, lago nato dopo anni di estrazione di sabbia e ghiaia per le esigenze costruttive delle cittadine limitrofe, ha una forma vagamente associabile ad un rettangolo ed ha un perimetro complessivo di circa 1500 metri, la sua lunghezza è di circa 500 metri per una larghezza massima di circa 375 mt.

Dal gennaio 2017 la gestione è cambiata introducendo delle interessanti novità.

Jessica Landucci e il suo nuovo socio Marco Gallina subentrano alle precedenti gestioni rivoluzionando un po’ il tutto. Personalmente conosco Jessica e Marco da diversi anni e vi posso assicurare che difficilmente troverete un altro lago con dei gestori così cortesi e disponibili. Appena varcato il cancello del lago di Salasco verrete coinvolti in un ambiente amichevole che vi farà sentire subito a vostro agio, in somma un ambiente famigliare che ti farà capire come mai il lago di Salasco è costantemente “SOLD OUT”.

Ricordate che fino alla fine del 2016, il lago era percorribile in auto solo su tre lati seguendo la comoda stradina perché il quarto lato confinava con un campo da golf recintato e un lago Off Limits interdetto ai pescatori ?

Bene!!! da Marzo 2017 le cose sono cambiate ….

La recinzione che delimitava il lago grande è stata rimossa e posizionata sulla sponda opposta del lago piccolo, rendendolo di fatto agibile alla pesca, un lago dal potenziale completamente sconosciuto in quanto, fino ad oggi, nessun Angler è mai stato autorizzato a pescarci ….

Questo privilegio verrà offerto solo ed esclusivamente a 4 anglers alla volta, in quanto per far coesistere amichevolmente le attività del golf con la pesca, si è concordato con la direzione di autorizzare gli accessi e la pesca unicamente lungo  una parte del suo perimetro, e più precisamente la striscia di terreno confinante  con il lago grande e il suo prolungamento, dando così la possibilità ai gestori di creare quattro nuove postazioni.

Gli accessi alle postazioni sono così disposti, per accedere alle postazioni  numero 17 e 18 si passerà dalla postazione numero 16 e per accedere alle postazioni numero 19 e 20 si passerà dalla postazione numero 1.

Per quanto riguarda l’accessibilità e il trasporto delle attrezzature, per questioni di spazio e di sicurezza la direzione del lago ha deciso di mantenere la zona interdetta alle auto ma, per ovviare alla lieve “scomodità”  nel raggiungere le postazioni  18 e 20, sarà disponibile, l’utilizzo gratuito di un carrello per il  trasporto di  tutta l’attrezzatura in postazione.

Questa novità, oltre a favorire una migliore e più veloce circolazione dei controlli lungo le sponde, migliora l’accessibilità  ai servizi che il lago offre anche per gli angler che prediligono pescare nelle postazioni dalla 1 alla 8.

Le novità proseguono con un Wi-Fi Point Free posto presso la rinnovata casetta all’ingresso e un nuovo locale attrezzato con distributori automatici per la somministrazione di caffè, bibite e bevande calde aperto h 24. All’interno della casetta, sono disponibili delle prese di corrente per la ricarica dei telefoni cellulari ed un frigorifero.

L’attività esclusiva della pesca delle carpe con la tecnica denominata  “carpfishing”  a Salasco è iniziata ufficialmente a partire da marzo del 2008, con una regolamentazione abbastanza rigida per disciplinare correttamente l’attività di pesca, regolamentazione pioneristica per quei tempi e che ancora oggi funge da punto di riferimento per numerosi laghi gestiti .

Nel lago grande, le postazioni sono distribuite equamente sui lati lunghi del fantomatico rettangolo, per cui avremo 8 postazioni su una sponda e 8 postazioni sull’altra, per un totale di 16, tutte doppie e capaci di contenere tranquillamente due angler senza intralciarsi reciprocamente.

Per pescare a Salasco direi che è indispensabile conoscere bene la topografia del fondo per individuare le zone più proficue, che di solito coincidono con le porzioni di fondale più duro come i plateau, i cambi di livello etc, tutte differenze facilmente individuabili con l’utilizzo corretto di una canna da marker e una buona dose di precisione.

Per quanto riguarda la pasturazione, personalmente preferisco utilizzare il Cobra e lo Spomb, cercando di creare sul fondo una piccola zona di interesse in grado si stimolare le nostre amiche carpe.

I lago di Salasco, quello grande, è un lago sottoposto a forte pressione di pesca, dopo aver fatto numerose ma brevi sessioni di pesca ho concluso che, sono solo due gli approcci mi hanno dato i migliori risultati…  

Il primo è la pesca con il bag mix ( bombetta ) al Krill o al Tonno pescando su piccole porzioni di fondale duro utilizzando come innesco un dumbell o una piccola pop up della stessa linea.

Il secondo approccio che mi ha dato ottimi risultati è quello di pescare con molta precisione, su piccole porzioni di fondale duro, pasturando precisamente attorno al marker con una miscela di pellet unita a della canapa e delle tigernuts in talin, utilizzando come innesco una Tigernut o in alternativa mezza Tiger e un chicco di mais finto oppure mezza Tiger e mezza pop up tagliuzzata a forma di un grosso chicco di mais, pop up tagliuzzata con precisione per rendere l’innesco a galleggiamento quasi neutro e farlo appoggiare molto delicatamente sul fondo.

E per il lago piccolo ??....

 Lasciamo a voi l’emozione della scoperta ….

Da Marzo 2017 è in vigore il nuovo regolamento che qui di seguito riportiamo:

NUOVO REGOLAMENTO LAGO DI SALASCO 2017

1)     Vietato l’uso della tecnica dello Zig-rig, qualsiasi tipo di pesca a galla o con svolazzo

2)     Vietato l’uso di droni o barchini radiocomandati, la pesca e la pastura dovranno essere effettuate da riva

3)     Obbligo di guadino di grandi dimensioni e con reti adeguate alla tecnica del carpfishing

4)     Obbligo di materassini con sponde, (coccodrilli) o culle, vietato l’uso dei cosiddetti ”fazzoletti

5)     Diametro minimo del filo consentito in bobina, 0,28 mm

6)     Vietato l’uso della treccia in bobina, ammessa invece come shock leader

7)     Rod pod e picchetti devono essere collocati all’interno delle staccionate che delimitano la postazione e non fuori

8)     Vietato inserire tra lead core e shock leader qualsiasi tipo di girella che impedisca al piombo di staccarsi dalla lenza in caso di rottura.

9)     Vietato sempre l’uso del carp sac

10)  Le foto dovranno essere fatte immediatamente al momento della cattura e il pesce rilasciato nel minor tempo possibile evitando book fotografici, 2 o 3 foto sono più che sufficienti

11)  La postazione deve essere lasciata pulita e le immondizie portate negli appositi cassonetti all’entrata dividendo plastica, lattine e tutto il resto

12)  Sulla staccionata di ogni postazione è stato posto un portasigarette per evitare mozziconi a terra

13)  Nella casetta di legno c’è un contenitore apposito per la raccolta delle batterie esaurite

14)  Evitare rumori molesti e luci troppo forti soprattutto nelle ore notturne

15)  Ci si può recare in auto alla propria postazione, poi, salvo casi di emergenza o per recarsi al supermercato ci si sposta esclusivamente a piedi o in bicicletta

16)  Vietato lasciare le proprie canna (in pesca) incustodite, se si è soli in postazione  lasciare la propria centralina alla postazione vicina o toglierle dall’acqua

17)  I visitatori sono ammessi solo durante l’orario di apertura e previa autorizzazione della direzione e comunque dovranno essere muniti di Tessera Assolaghi in corso di validità

18)  Non sono ammessi fuochi a terra, si a fornelli a gas e griglie con contenitore di brace (le quali devono essere smaltite e non buttate sul prato o a terra)

19)  Le piante e i canneti non devono essere tagliati

20)  I cani sono ammessi purché vengano tenuti all’interno della propria postazione e non liberi di girare incustoditi per il lago. I bisogni dei propri animali vanno RACCOLTI e buttati nel bidone

21)  In alcuni periodi prima di iniziare a pescare la direzione può chiedere che vengano disinfettati guadini e materassini in appositi contenitori

22)  VIETATO L’USO DEL MAIS COTTO ammesso solo quello dolce in lattina tipo alimentare

23)  VIETATO L’USO di  PELLET troppo oleosi

24)  Vietata la pasturazione eccessiva, soprattutto di tiger, nel caso di pasturazione eccessiva la direzione si avvale della facoltà di sequestrare la pastura e restituirla all’uscita.

25)  I bagni sono aperti h24 e le docce hanno un costo di 2 euro senza limite di tempo

26)  Per quanto riguarda la pesca dalle postazioni 1, 8, 9,16 le canne da pesca marker e spomb dovranno essere lanciate dal proprio box, mentre è possibile fare il giro sulla sponda a piedi e pasturare con il palettone, quest’ultima sarà vietata durante il periodo della frega (che verrà comunicato dalla direzione).

27) Lungo il perimetro del lago sono state poste delle telecamere di videosorveglianza attive h 24 CHIUNQUE non osservi le regole, soprattutto quelle al punto 26 sarà espulso immediatamente dal lago

28)  Per accedere alle postazioni  17 e 18 si passerà in macchina davanti alle piscine e le macchine verranno lasciate nell’apposita  zona parcheggio, quelli della 17 sono praticamente arrivati mentre quelli della postazione 18 dovranno prendere la carriola lasciata li in dotazione per tutti e procedere a piedi alla propria postazione

29)  Per accedere alle postazioni numero 19 e 20 si passerà in macchina dalla postazione 1 e le macchine verranno lasciate nell’apposita zona parcheggio, quelli della 19 sono praticamente arrivati mentre quelli della postazione 20 dovranno prendere la carriola lasciata li in dotazione per tutti e procedere a piedi alla propria postazione

NB:

Si possono usare tre canne a testa sia di giorno che di notte ed eventualmente è possibile utilizzarne una quarta previo accordi con la direzione e il pagamento di un extra .

Chi pesca con il sistema denominato “carpfishing”  non può pescare altre specie pena l’espulsione dal lago.

Per questioni di sicurezza le tende e le auto non devono essere collocate sul bordo della riva del lago ma ad adeguata distanza dall’acqua

La direzione del lago rammenta a tutti che, vista la grande affluenza di carpisti provenienti da tutta Europa, le piazzole devono essere prenotate telefonicamente con largo anticipo, tuttavia nel breve periodo potrebbero essere disponibili alcune postazioni “ Last Minute” ossia quelle precedentemente prenotate ed improvvisamente disdette, per cui chiamate per verificare la disponibilità.

Notizie utili:

Per chi proviene da Milano  percorrendo l’autostrada MI-TO, all’incrocio con la Genova-Gravellona Toce, prendere per Genova, uscire a Vercelli Est, quindi arrivati alla città di Vercelli, seguire le indicazioni per Torino-Santhià, dopo circa 3 Km percorsi sulla Strada Statale Padana Superiore n.11, girare al bivio per Salasco. giunti all’uscita  del paesino, si vede sulla  sinistra il lago . Entrare dal cancello posto sulla strada.

Per chiedere info o per prenotare la postazione, (chiamare con largo anticipo)

Jessica  al n. 339-3415655

Per ulteriori informazioni sulle esche utilizzate in queste sessioni di pesca visita il nostro sito

www.ccmoore.com

By Maurizio Cavallotti Team CCMoore Italia






Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)