Tecnica

Piccoli inneschi...Grandi soddisfazioni!

Di Riccardo Masut pubblicato il 24/02/14

E' credenza comune credere che:esca grossa=pesce grosso,ma,sopratutto nella nostra tecnica,non è sempre così.

L'utilizzo di esche di diametri generosi ci viene in aiuto in determinate situazioni di pesca,dove dobbiamocontrastare l'attacco di pesce piccolo,minutaglia o se l'esca dovrà rimanere in acqua per molte ore o addirittura giorni.

Che l'esca grossa faccia selezione,credo sia una credenza in parte sbagliata,per il semplice motivo che,una carpa da 20kg non ha necessariamente una bocca piu grossa di una carpa da 10kg,anzi.

In ogni caso anche una carpa con una bocca relativamente piccola,o addirittura un cavedano o una breme,può comunque rimanere allamata ad una boccia del 30,semplicemente "giocando" con l'innesco nel tentativo di ingoiare la grossa boilies.Molte volte infatti capita di allamare carpe di dimensioni piccole,lateralmente o esternamente la bocca,a riprova di quanto detto precedentemente.

Fatta questa doverosa premessa,assolutamente utile per comprendere il discorso che andremo a fare,parliamo dei cosiddetti "micro-inneschi".

Partiamo con il dire che non è una soluzione utilizzabile in tutte le acque indistamente,ma ci viene in aiuto in molte situazioni di pesca che andremo ad affrontare.

Innanzitutto,di cosa stiamo parlando?

Per micro inneschi s'intendono tutti quelli inneschi al di sotto dei 14mm,che possono essere boilies,granaglie o esche finte in plastica.

In quali situazioni ci vengono in aiuto?Le possibilità sono molteplici,andiamo a vederle una a una:

-pesce in apatia o stagione fredda:quando le condizioni non sono ottimali e il pesce si alimenta in modosvogliati,oppure durante la stagione fredda,l'utilizzo di esche leggere e di piccolo diametro sono una soluzione alternativa utile e  ideale. Se oltre a questo utlizziamo esche bilanciate (o wafter) e dai colori fluo,allora siamo praticamente sicuri di incuriosire e tentare la carpa che si avvicina al nostro innesco.Tra le esche top sul mercato delle esche wafter,ci sono sicuramente le NS1 di CC Moore,un'esca allaround super efficace sopratutto in inverno.

-acque pressate:nei laghi e cave dove la pressione di pesca è elevata,un esca leggera ben bilanciata e di piccole dimensioni,è l'ideale.Una singola boilies da 10mm allegerita con una spugnetta colorata,è un innesco allround assolutamente eccezzionale in tutte le acque pressate.Assolutamente efficaci anche le piccole pop up fluo,anche se le ritengo un'alternativa da provare solo se il classico innesco dovesse fallire.Consiglio di pasturare con esche di diametri misti in modo da confondere il pesce,e non far comprendere e distinguere quale sia l'innesco.

-gare o competizioni:sicuramente durante una gara o una competizione dove conta il peso totale delle catture e quindi non ci interessa fare alcuna selezione,i microinneschi di boilies e granaglie ci danno sicuramente una mano ad avere qualche abboccata in più.

-pesca all'amur:quando andiamo a caccia delle carpe erbivore,l'utilizzo di micro inneschi pop up o di granaglie (tiger nut allegerita su tutti) allegerite risulta sempre il top.Il motivo ovviamente è semplice,il modo di mangiare dell'amur.Mordendo l'esca,risulterà sicuramente migliore l'allamata utilizzando esche di piccole diametro,associate magari ad un amo a gambo lungo.

L'utilizzo di micro granaglie normalmente necessita l'adozione di rig creati ad hoc,con ami ridimensionati e proporzionati alla dimensione dell'esca.L'amo piu leggero è meglio lavorerà il rig.I micro inneschi vengono usati anche per la loro leggerezza,quindi utilizzare un amo troppo grosso e pesante andrà a rovinare la presentazione e annullerà parte dell'utilità dell'innesco.Ci vengono incontro quindi ami in teflon,della misura massima 4,normalmente a gambo lungo ideali per la loro leggerezzaecapacità di allamata.Le treccie morbide o leggeri fluoro carbon  sono adatti allo scopo.

Sicuramente una soluzione da innesco da provare senza riserva,in particolare in inverno,tenendo presente sempre le considerazioni fatte sopra e da utilizzare in situazioni particolari dove un approccio alternativo può fare la differenza...esca piccola...grandi soddisfazioni!


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)