News

Pagliarini. E' giusto essere molto preoccupati!

Di Alessandro Pagliarini pubblicato il 21/06/12

Prendo atto che il dramma è sotto gli occhi di molti , ma non di tutti. L’intervento e la preoccupazione di Mattei è più che sacrosanta e apprezzo Agostino Zurma che ne ha capito la gravità.
Ammettendo che le cose stiano come dice Corrado, significa che prima i pesci alloctoni che rimanevano nelle reti, venivano inceneriti a fronte di un contributo.
Oggi, sarà possibile smaltirli attraverso una filiera commerciale. E qui nasce il dramma. D’ora in avanti, quei pesci saranno soggetti ad una legge di mercato, domanda e offerta (ricordo che è stato siglato un accordo con il consolato Rumeno), e quindi sarà remunerativo pescarli e più se ne prenderanno più soldi si faranno. Ed è più che legittimo pensare che questo sarà un incentivo a pescare di più. Più reti in acqua, più pesci prelevati, meno pesce di qualsiasi specie rimarrà in acqua.
Da qui, a pensare che se il modello intensivo di pesca industriale funziona, avere un aumento di richieste di licenze di professione, anche proprio agli stranieri ed esportare lo stesso modello alle atre regioni, sarà un attimo.
Ricordo che la Provincia di Rovigo per esempio, ha già concesso più licenze professionali per acque interne a pescatori stranieri, che si vanno ad aggiungere a quelle che già c’erano e i danni che stanno facendo sono enormi. Altra cosa che Agostino ha già compreso e lo apprezzo, gran parte del pesce pescato nel delta del Po, un’area vastissima tra Veneto ed Emilia Romagna, è già destinato al mercato ittico di Milano e con questo accordo, Milano diventa la capitale dello sdoganamento verso i paesi dell’Est.
Lascio a voi immaginare le conseguenze. Ripeto, non più contributi per lo smaltimento, ma più guadagni, più soldi, più richieste di licenze, più stranieri in acqua con le reti, a questo punto estendibile a qualsiasi regione.
Noi, tutti a casa. Ecco quindi che straquoto la preoccupazione di Mattei e penso che siano in molti a condividerla e spero almeno che il suo intervento abbia contribuito ad alzare l’attenzione su questo drammatico argomento.

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Commenti

Roberto Ripamonti il 25/06/12
Non si tratta di lamentele ma solo di dare contenuti e non scambi di accuse, commenti su nick name e inviti a presentarsi sotto casa. Contenuti certamente si, rissette da bar, grazie no.


corrado forlani il 24/06/12
Non avevo altro modo per contattare paolo, e non mi pareva grave avere pubblicato un account. Prendo atto di questo nuovo atteggiamento nei miei confronti, e ti chiederei la cortesia di eliminare anche gli altri miei interventi recenti. Mi scuso per non aver compreso di essere ospite sgradito. E ti prometto che non avrai più modo di lamentarti delle mie intemperanze.


Roberto Ripamonti il 24/06/12
Esatto, scrivetevi in privato. Questo non è un Forum ma una rivista. Da questo momento non verranno più accettata questo tipo di comunicazioni


corrado forlani il 24/06/12
Dimmi ben su, Sklero, non ti sembra che 'sto fatto di darci del Lei sia troppo borghese e femmineo? Visto il maschio e surreale teatrino in cui ci muoviamo? Moh diamoci del Voi che e' indice di virile romanita'. Skero, an vadat brisa cl'e' un manicomi? Scrivimi pure a esoxitalia@gmail.com che andiamo a berci una boccia di pignoletto al biacchese e te lo faccio vedere io quant'e' profonda la tana del bianconiglio.


Paolo Grandi il 24/06/12
Signor Forlani mi fa piacere che mi abbia risposto , a me sembra di non averla offesa per niente non ho aggiunto nessun aggettivo che sia ritenuto offensivo sempre se la parola vergogna non la offenda cosi acremente , se mi vuole vedere le ho scritto dove abito e un incontro per spiegare le sue parole dopo la stipula del famoso ... contratto tra lombardia e consolato romeno e tutto quello che si è scritto dopo , non puo che farmi piacere . Il suo dubbio sul mio avatar o sopranome è alquanto esplicito , fermo restando che a 54 anni mi ritengo una persona molto equilibrata e nel ... caso pronta a ritornare sui propri passi . Paolo Hrandi detto sklero ozzano emiliaa bologna


corrado forlani il 21/06/12
O Paolo Grandi, non riesco a intuire come mai ti chiamino sklero, ci penso e ci ripenso e non me lo spiego, e' il terzo messaggio uguale che scrivi, perche' la prossima volta la tua maleducazione non me la esprimi di persona che ozzano e' qua dieci minuti? Ma vergognati tu a offendere persone oneste che nemmeno conosci.


Paolo Grandi il 21/06/12
quoto in toto quanto detto dal signor Pagliarini , anche perchè ho fatto un accenno sulle stesse impressioni e ... paure in risposta al signor Forlani al quale vorrei chiedere se ora , che molti se non tutti si stanno muovendo all'unisono perchè mossi dagli stessi timori , stia ancora pensando che sia una caccia alle streghe o come detto una guerra santa contro i rom . Signor Forlani ma mi faccia il piacere almeno di tacere quando si ha pestato una m...a . VERGOGNA ! Paolo Grandi detto SKLERO di ozzano emilia bologna


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)