News

Ostellato: moria di pesci all'Oasi alle Vallette

Di Redazione pubblicato il 05/06/17

Una grande moria di pesce – siluri e carpe soprattutto – nelle vasche dell’Oasi alle Vallette di Ostellato. È quanto denuncia Francesco Ferrini, vicepresidente di Eurocarp Club, associazione di pescatori si dedica alla tutela delle acque e alla lotta al bracconaggio tra Ferrara e Ravenna.

Secondo la testimonianza di Ferrini, la moria si è verificata nelle prime vasche dell’Oasi, “quelle che da qualche anno ospitavano alcuni grossi siluri dei recuperi Arci Pesca. L’odore era nauseabondo e i cadaveri galleggiavano cotti dal sole ormai in stato di decomposizione, con evidente disagio dei turisti, percepibile fin quasi dalla piscina”.

“Come pescatore sportivo e come frequentatore dell’oasi sono indignato – afferma il vicepresidente dell’Eurocarp Club – perché già da diversi giorni avevo notato alcuni pesci in agonia, sicuramente dovuta ai bassi livelli dell’acqua delle vasche e all’innalzamento della temperatura, e avevo fatto presente che presto sarebbero morti all’ufficio di Atlantide, gestore del luogo, ma mi hanno risposto che dovevano azionare la pompa idraulica.

Oggi capisco che a distanza di qualche giorno, nessuno si è attivato, e l’Oasi ha subito un grave danno ambientale. L’unico laghetto popolato da grossi predatori è stato ridotto ormai a zero. Possibile che a nessuno interessi della pesca sportiva? – si chiede infine Ferrini -.

Perchè Fipsas o altre associazioni di pesca sportiva non prendono in gestione quelle acque visto che negli anni precedenti non sono mai state valorizzate a dovere?”


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)