News

Guido Mazzarella; IL Carpfishing è morto?

Di roberto pubblicato il 11/09/16

Come ricorderai Roby anche se distanti e con conoscenze diverse,sul finire degli anni 80 cominciai a praticare questa disciplina solo avendo visto due ragazzi francesi in un laghetto a pagamento abruzzese.

Qualche domanda,tanti dubbi,ma fu amore a prima vista.

Tre lunghi anni senza mai prendere un pesce.

Ma continuai.

Non c'erano riviste specifiche,non c'era internet.

Niente di niente.Solo testardaggine e passione.

Mi piaceva lo stare all'aperto con la tenda,la full immersion con la natura.

Sopratutto però mi innamorai del fatto che il pesce,con quella montatura,non si faceva male.Non si usava più lo slamatore,non dovervi più frugare in gola per togliere l'amo.Volevo che più gente possibile capisse.Andai a Roma in Federazione più volte per caldeggiare la divulgazione di questa disciplina,anche attraverso gare che però rispettassero i punti fermi del carp fishing.

Intanto su Pesca In uscivano i primi articoli...E il primo numero di Tuttocarpa con articoli tuoi,di Baldeschi, Balboni, Vastano, Mantomax....

Fino al 95 col primo,mitico,numero di Carpfishing.

Nel 1999 il primo Mondiale:secondi,argento,non ci credevo...Solo l'inizio però:l'anno dopo la medaglia che stringemmo al petto fu d'oro...e poi un bronzo...ancora un altro oro....Proponevo già allora lo stiff-rig e tutti mi davano dell'assassino perchè dicevano che faceva male al pesce...E giù discussioni feroci sui forum...Tutto da scoprire tutto ancora da inventare.

Poi...Il business.Gli inizi della crisi,il piccolo osso chiamato CF diventa appetibile.Le grandi aziende spostano l'attenzione.Il colpo è in stallo,il CF una prospettiva redditizia.

Sai bene come vanno queste cose Roby.

Gente che va a pesca e cattura con un chicco di mais ma la foto con didascalia riferisce della cattura con la straordinaria boiles dell'azienda FANTOMATICBAIT....

Nel 1999 comprai la mia prima branda da Cf:la pagai quasi 600.000 lire....

Acciaccata ma l'ho tutt'oggi.Una JRC modello tranquillo,neanche di punta....Se rapporti ad oggi credo che con quei soldi potresti comprare un'attrezzatura intera:utili spaventosi.Sempre più aziende se ne accorgono e si avventano sul povero CF.Molte aziende,molta pubblicità....

All'inizio con attenzione venivano scelti gli uomini immagine poi,piano piano,la concorrenza creatasi non permetteva di andare troppo per il sottile.

Ed allora via al reclutamento di chi volesse farsi vedere a pesca con l'attrezzatura X o con le esche Y in cambio di qualche boiles ed un pò di attrezzatura.

A costi bassi insomma.E se poco spendi poco hai.Ecco,ci siamo.Business.Solo business.

Il carp fishing come fenomeno di massa non è morto,anzi.

La disciplina,quella originale,rimarrà nel cuore di chi l'ha conosciuta agli albori e continuerà a praticarla non solo con la bilancia e l'I-Phone ma emozionandosi ad un tramonto ed allo spettacolo che solo Madre Natura può offrire.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)