News

L'idiozia senza fine degli pseudo ecologisti.

Di Redazione pubblicato il 13/12/16

Gli "ambientalisti" attacca di nuovo...... ora in Portogallo.
Sono stati rispettati i peggiori auspici, e come era prevedibile, gli ambientalisti portoghesi sono sul piede di guerra contro le specie di pesca sportiva e pertanto, cercando l'inserimento di queste specie, nel catalogo di specie esotiche invasive del paese vicino .
Dalla piattaforma in difesa della tenda, non ci strana questa situazione, poiché avevamo informazioni della collaborazione tra i gruppi ambientalisti di entrambi i paesi. Stanno cercando una lotta comune, affinché in questo modo possano agire in tutti i fiumi della penisola iberica sin dal suo inizio fino alla sua foce, e in questo modo, le misure di eradicazione di questi pesci hanno un senso globale.
L' Associazione di carpistas portoghesi (apcf) si mette in contatto con la piattaforma in difesa della tenda.
La settimana scorsa si sono verificati i primi contatti tra la apcf e la nostra piattaforma. Per noi è una soddisfazione, che questa associazione si sia rivolto a noi per il nostro modo di lavorare e che serva di modello di lotta in Portogallo.
In questa prima riunione, i nostri compagni di hobby e fratelli portoghesi, ci hanno trasmesso le loro preoccupazioni e timori a causa delle esigenze di questi gruppi ambientalisti al governo del paese luso.
La piattaforma in difesa della tenda aiuterà i carpistas portoghesi in difesa della pesca sportiva
Dalla nostra organizzazione, non possiamo restare impassibili di fronte la battaglia che inizierà nel paese vicino, tra i pescatori e questi gruppi ambientalisti, è per questo che la nostra associazione, ha deciso di collaborare e lavorare congiuntamente con l'apcf in difesa della Pesca sportiva nei fiumi della penisola iberica. Nelle prossime settimane stabiliremo nuovi incontri e contatti, per cercare di stabilire la forma di lavoro più efficace possibile, per cercare di salvare le nostre modalità di pesca nell'unico modo che possiamo ammettere, ossia la cattura e posa di questi pesci e Massimo rispetto per l'ambiente.

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)