News

Libero sul bracconaggio

Di Roberto Ripamonti pubblicato il 26/08/18

Libero apre sul bracconaggio ittico. Un articolo che propone il problema ad un ampio pubblico. 

un altro passo avanti per divulgare una situazione che nemmeno alla stra grande maggioranza degli appassionati di pesca è nota. Tanti ignorano completamente il fenomeno oppure, non colpendoli direttamente, lo minimizzano.

Sono stati usati i termi i corretti; i rumeni e i loro sodali sono in Italia a "rubare" anche i nostri pesci e questa non deve essere una connotazione razzista ma una semplice constatazione che superi una volta per tutte l'ipocrito "politically correct".

Questa gente è venuta in Italia per fare del pesce catturato illegalmente, un mercato ed un businnes milionario; punto e basta e non esistono alternative a quella di definirli criminali poiché i danni che vengono cagionati alle nostre acque sono catastrofici.

Il punto è che nonostante esista una legge chiara e fortemente voluta, tutto viene vanificato se poi chi la deve far applicare non ha gli strumenti oppure, non la conosce. E il caso dei bracconieri del Brugneto, multati per aver sparato a decine di trote in una riserva (quindi sanzione amministrativa) quando, avendo usato uno strumento illegale, dovevano essere sanzionati penalmente.

La multa non la pagheranno mai e domani saranno liberi di fare altri disastri.

Da anni scrivo che l'escalation potrebbe portare allo scontro fisco e ci si è andati vicino diverse volte per cui

sarebbe meglio correre ai ripari prima che parta il colpo di pistola o la coltellata.

Ma TROPPI sottovalutano il fenomeno, POCHI sono quelli che lo denunciano regolarmente e provano a divulgarne i rischi e le conseguenze


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)