News

La morte del lago Volpini a Recanati

Di Roberto Ripamonti pubblicato il 07/09/17

Era un lago splendido con una bella vegetazione. Ci avevo pescato mille anni fa con Gigi Negri che aveva fatto alcune catture importanti. Non era un bacino facile ma anzi, avaro. Ogni preda andava sudata mille camicie ma valeva oro perché era un lago speciale.

Un criminale sversamento di qualche scarico da parte di qualche delinquente che andrebbe appeso ad un gancio (evviva la democrazia) e un altro luogo magnifico viene distrutto.
Devono cambiare le regole, devono cambiare le sanzioni dopo un'estate fatta di incendi dolosi al 99,9% da parte di schifosi individui che non meritano questa terra e da atti osceni perpertati contro i nostri fiumi e laghi.
Il maririo del nostro Paese continua e poco si fa perché , dicono, non ci sono risorse. Le risorse siamo noi pescatori per chi non lo vuole capire. Il resto è chicchiera e politica di basso livello. Intanto quel lago è morto e le foto sono impetosamente dolorose.

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)