News

La nuova terra dei fuochi

Di Fabrizio Fusi pubblicato il 22/10/18

Lombardia e pianura padana: la " nuova ", ma non tanto a sentire il pentito Nunzio Perrella, terra dei fuochi.

Bresciano in primis, mantovano e pavese per citare alcune aree. Milioni di tonnellate di rifiuti tossico nocivi e magari radioattivi, sotterrate ovunque. Esplosione di tumori e altre gravi patologie.

Migliaia e migliaia di tonnellate di fanghi(tossici) di risulta delle depurazioni usati come concimi (sic). Centinaia di migliaia di tonnellate di concimi chimici e pesticidi usati ogni anno in agricoltura.

Per aumentare la resa ad ettaro e poi vedere i prodotti agricoli a marcire nei campi perché non remunerativo raccoglierli.

Negli USA (tutto il mondo è paese ahimè) con un bushel di grano (circa 27 kg) l'agricoltore che lo ha prodotto NON ci compra neanche una pagnotta dal fornaio.

Gli agricoltori si suicidano.

La media è 1 ogni quattro giorni. In Francia uno ogni due....... “ Acque di superficie e di falda piene di atrazine (vietate da 20 e passa anni) e terbutilazina.

Modificazioni genetiche degli organismi acquatici.

Sedimenti dei fiumi e laghi impregnati di metalli pesanti e idrocarburi ( vedasi ultimo studio Arpa su fiume Lambro e PO). Lombardia prima regione italiana e quinta in Europa per consumo del suolo.

Più cemento , meno aree verdi. Polveri sottili. Aria irrespirabile. Una, se non la più inquinata zona d'Europa. MA......... "

La rarefazione di specie autoctone come lo storione e l’anguilla è un problema grave che non intendiamo sottovalutare." e " tutela della fauna ittica autoctona e della biodiversità.

Inoltre stiamo investendo molto sul ripopolamento dello storione, specie pregiata autoctona messa in pericolo dal siluro” e Gli assessori di Lombardia ed Emilia Romagna hanno dunque ribadito “la necessità di contenere il pesce siluro.

Questo predatore voracissimo sta creando danni enormi al nostro ecosistema e alla fauna autoctona. A breve presenteremo delle azioni forti ed efficaci contro questa specie”.

A parte il "protocollo d'intesa" lodevole nella sua "formulazione" continuiamo a pensare e agire al contrario. Vedo (spero di essere smentito) solo un colore per le nostre acque: nero............................


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)