News

La legge è davvero uguale per tutti?

Di Redazione pubblicato il 25/08/16

Ci scrive un amico appassionato di pesca che chiamiamo AB che ci racconta una storia che dimostra come il ruolo di chi si erge a controllore spesso sia molto frainteso.

La prendiamo così come ci è stata raccontata sperando che questa vicenda abbia un lieto fine anzi, auspichiamo con forza , che lo abbia.

Non stiamo parlando di bracconieri che usano reti o elettrostorditori per vendere distruggendo tutto oppure di cittadini est europei che pescano nelle riserve senza licenza e ti ridono in facci a se li avvisi che non si può fare.

No, parliamo di ragazzi italiani con tanto di licenza di pesca che si imbattono in quel del Tevere di Perugia in inflessibili guardie volontarie dell'ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali).

Uno dei due ragazzi ha la licenza di pesca scaduta da 6 giorni ed è quindi in gravissimo reato tanto da far scattare subito la CONFISCA e la pena amministrativa (200 euro).

La sola attrezzatura CONFISCATA vale circa 800 euro pertanto per avere la licenza scaduta da 6 giorni i ragazzi si prendono una bella multa di circa 1000 euro.

E' normale tutto questo quando proprio nell'altra sponda pescatori evidentemente senza ALCUNA licenza, alla vista dei giurati, scappano?

Viene poi detto ai ragazzi che si tratta di semplice sequestro e l'attrezzatura verrebbe restituita al momento del pagamento della multa. Ci viene riferito che così non è stato.

Domandiamo allora all'ENPA di darci risposte e che siano convincenti perché questo tipo di situazioni, una volta accertate, dimostra come si usino due pesi e due misure.

Da una parte bracconieri a cui probabilmente le Gurdie dell'ENPA non si avvicinano.

Eppure sono macellai senza pietà che frodano e distruggono.

Facile allora fare i rambo con due ragazzi per una licenza di pesca non rinnovata. Si torna a casa con un trofeo di cui essere orgogliosi.

Vorremmo sentire anche l'altra campana e chiedere se , visto che la vicenda risale a circa un mese fa (quindi con lla nuova legge sul bracconaggio ancora non emendata), non vi sia assoluta sproporzione tra il micro reato amministrativo e la sanzione, invero assolutamente enorme. Aspettiamo risposte.

PS : L'immagine che usiamo e che appare nel post non ha nulla a che vedere con l'evento!


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)