News

Inutile lamentarsi se...

Di Movimento Gruppo Siluro Italia pubblicato il 21/12/18

Negli ultimi giorni stanno comparendo le foto dei contenimenti voluti dalla Regione Lombardia a firma dell’Assessore Rolfi.

Non capiamo quale sia il problema.

Il politico fa politica, e si siede al tavolo nella Consulta ittica con:
- Il pescatore di mestiere, che fa politica ed è iscritto ad Associazioni di Categoria (Coldiretti, Federpesca. Cooperativa Pescatori ecce cc);
- L’ittiologo o lo Studio Tecnico, o l'Università di turno per una consulenza in materia di gestione della risorsa ittica, fanno politica.

E il pescatore ricreativo?

E’ su Facebook a lamentarsi, non partecipa alla politica e non si iscrive a nessuno Associazione che abbia la qualifica per poter partecipare a quei tavoli, dove gli altri decidono anche per lui.

Quindi di cosa si deve lamentare?

Eppure non ci vuole molto:

- Se ci è già associati con qualcuno, basta affiliare questa Associazione alla Fipsas, e si partecipa attivamente alla politica gestionale delle acque;

- Se non si è associati a nessuno, bastano 15 persone per formare una sede Fipsas ed essere accreditati.

Ma è più comodo fare l’anarchico e pretendere diritti per i quali non si lotta per averli.

E allora spazio ai bracconieri camuffati da pescatori di mestiere, che quando si muovono non lo fanno come “Tonino O’Pescatore”, ma come Coldiretti: quindi rappresentativo di migliaia di tesserati e quindi elettori.

Idem per i vari ittiologi, Studi, Tecnici, Università ecce cc.

L’Italia funziona così: o vi adattate al sistema e lo cercate di cambiare da dentro, oppure ne restate fuori.

Un’ultima cosa vi deve chiara: se continuerete a restare fuori, per la politica continuerete a non esistere.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)