Tecnica

VIDEO! Iniezioni d'attrazione

Di Mattia Travasoni pubblicato il 13/03/18


L’inverno è tra i periodi più impegnativi dell’anno. Lunghi momenti di buio e di freddo limitano la nostra azione di pesca obbligandoci a fare i conti con la resistenza fisica e psicologica.

In inverno ho alcuni posti preferiti dove pesco usando principalmente la tecnica del lancio, lasciando la barca a casa e dando fiducia a sacchetti in PVA e bag mix obbligandomi a creare miscele estremamente attrattive ma che non devono a saziare i

pesci. https://www.pagliarinifishing.it/Product_3609_INSTANT_SPOD_MIX_FISH_FRENZY_XP 

Abbinate a spod mix in cui saranno presenti minime quantità di granaglie, cereali e derivati di pesce, scelgo l’uso di potentissimi bag mix che in acqua devono sprigionare un’attrazione superlativa.


Molti carpisti aggiungono farine di varia natura come idrolizzati o estratti per ottenere una potenza attrattiva senza rivali ma spesso non è sufficiente perché la temperatura dell’acqua tende a rallentare considerevolmente la diffusione di questi elementi diventando efficaci solo in prossimità dell’innesco. Per risolvere questo problema ho scelto di iniettare all’interno dei miei sacchetti in PVA un liquido dal forte potere adescante oltre ovviamente al bag mix. http://www.carponline.it/blog/p/booster4_liquid_ccmoore.htm  

Avrò quindi ottenuto due risultati: un effetto attrattivo a lunga distanza grazie al liquido che non dovrà essere denso e un effetto attrattivo a breve distanza con lo sfarinato del bag mix! http://www.carponline.it/blog/p/pacific_tuna_bag_mix.htm

Il risultato in inverno è strabiliante fermo restando il fatto di ricercare le carpe e trovare dove loro si ammassano, se troverete il branco il gioco è fatto e gli altri pescatori del lago vi guarderanno mentre voi le catturate una ad una!

 

 


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)