Itinerari

Il Parco Degli Urcei

Di Maurizio Cavallotti pubblicato il 17/08/15

Il Parco Degli Urcei

 Il lago denominato Parco Degli Urcei  sorge a nord di Orzivecchi, in provincia di Brescia ,e più precisamente   in località Fienil Nuovo in via Santa Giulia al confine con Orzinuovi, in seguito alla bonifica agricola che ha incanalato le acque di risorgiva nella roggia Saverona, i terreni su cui crescevano boschi di salici e querce, sono stati convertiti prima alla coltivazione del foraggio e del mais poi dall'inizio degli anni '70 all'attività estrattiva di sabbia e ghiaia per le esigenze costruttive della città di Brescia e dintorni a cura della società Cava di Orzivecchi srl, poi assorbita dal Gruppo Gatti spa di Berlingo, divenuto infine Gruppo Gatti di Orzivecchi.

Dopo che il Piano provinciale cave ha ampliato il bacino estrattivo sul territorio di Orzinuovi, è rimasto in località Fienil Nuovo uno specchio d'acqua utilizzabile di circa 110.000 mq, circondato da circa 40.000 mq di sponda, che è stato riconvertito in parco pubblico dal Gruppo Gatti e conseguentemente attrezzato.

Da quel giorno è nato il «Parco degli Urcei»  un complesso  costituito da un laghetto dalle acque profonde e limpidissime, posizionato in un contesto tranquillo, composto da prati ricchi di fauna selvatica  con i conigli  selvatici che fanno capolino dalla recinzioni di confine, per nulla intimoriti dalla presenza dei pescatori .

Il parco comprende diverse zone alberate in cui un pescatore può trascorrere il proprio tempo libero all’ombra,  all’insegna del relax e del divertimento dovuto alle numerose catture,  in oltre, il pescatore può essere accompagnato dalla famiglia, poiché è consentito utilizzare il proprio barbeque per cucinare .

Per chi non ha voglia di cucinarsi il pranzo da solo o desidera provare le specialità locali, il parco offre  un servizio Bar-Ristorante con salone vista lago e la possibilità di pranzare all’aperto, avente una capacità di circa 50 coperti in cui vengono servite le specialità della casa e non solo a prezzi assolutamente contenuti.

In questo lago convivono nel rispetto reciproco tre tecniche di pesca, tutte rigorosamente “NO KILL” si pescano a spinning in modo itinerante i vari predatori presenti, si può pescare il pesce bianco con le tecniche tradizionali in postazioni definite,  inoltre si può fare carp-fishing con carpe e amur di buona taglia ed eccezionale  vitalità (anche con il gran caldo), dovuta all’elevata profondità e ossigenazione delle acque.

Affrontando questo lago i migliori risultati li ho avuti pescando marginalmente con boilies ricche di estratto di cozza (Green Lippel Mussel)  in combinazione con la mia miscela preferita di pellet misti, il tutto presentato anche a profondità elevate nell’ordine dei  10-15 metri  in quanto, in molti punti,  il fondale degrada molto velocemente e i frequentatori abituali del lago pasturano abbondantemente anche a quelle profondità  effettuando numerose catture.

La seconda tecnica di pesca da me utilizzata con ottimi risultati è quella dello Zig Rig  con l’esca posizionata pochi metri sotto la superfice dell’acqua  ed immersa in una nuvola di attrattori e alimenti creata dal nostro Istant Spod mix che è in grado di mantenere attivi ed in zona i branchi delle carpe, rendendo la pesca a dir poco elettrizzante.

Un consiglio ... in ogni secchiello di spod mix inserite una o due scatolette di mais dolce avendo l’accortezza di schiacciare leggermente i chicchi per  farli fluttuare nell’acqua mentre affondano …  noterete la differenza

Il rig che utilizzo normalmente in queste acque è molto semplice ed è formato da un  blow out rig con anellino,  composto da uno spezzone di Merlin da 15 lbs lungo circa 30 cm accoppiato ad un hair rig in Samson,  avendo l’accortezza di lasciare circa 10 mm di separazione tra la curvatura dell’amo e l’esca . 

Mentre per lo Zig Rig utilizzo una spugnetta sferica di colore giallo nero che sostituisco durante la notte con una pop up da 14 mm gialla leggermente tagliuzzata.

Consiglio vivamente  l’utilizzo di disinfettanti specifici come il Kryston Klin-ik per “ curare” le ferite causate dall’amo ed altre eventualmente riscontrare sul corpo della carpa, ricordando che è punto di orgoglio per il Carpista moderno rilasciare le nostre catture nelle migliori condizioni possibili.

REGOLAMENTO Parco Degli Urcei  2015

La pesca nel lago è solo ed esclusivamente “catch & release”, cioè tutte le catture effettuate devono essere immediatamente rilasciate.

 

Il trattenimento delle catture porta all’immediata espulsione e al pagamento del pesce trattenuto al prezzo di 50 € / Kg.

 

Le tecniche di pesca consentite sono Carp Fishing in postazioni numerate, lo spinning in modo itinerante e pesca del pesce bianco in postazioni definite.

 

Il pagamento del corrispettivo di accesso al lago dà diritto alla pesca e all’utilizzazione delle strutture presenti.

 

Il posizionamento di tende e vetture deve lasciare libero il passaggio.

 

È assolutamente vietato accendere fuochi a terra , tagliare canneti e qualsiasi modifica all’ambiente.

 

I frequentatori devono tenere pulita l’area a loro assegnata e non devono abbandonare rifiuti sul luogo di pesca.

 

È consentito  l’utilizzo di barca, barchini radiocomandati ed ecoscandaglio comunicandolo alla direzione

 

È consentito pescare “di traverso” solo ed esclusivamente se non si arreca danno o disturbo alle coppie vicine.

 

È obbligatorio l’utilizzo di un guadino e di un materassino per slamatura di adeguate dimensioni.

 

Non è consentito l’uso del Carp Sac , le catture effettuate andranno immediatamente rilasciate.

 

Le carpe erbivore dovranno essere immediatamente pesate e rilasciate senza essere trattenute nelle sacche di contenimento.

 

È obbligatorio l’utilizzo di un’adeguata lenza madre e di un adeguato shock leader.

 

Ogni pescatore ha il dovere di prestare il proprio aiuto ad un altro; nel caso un carpista si trovi in difficoltà con una cattura, il vicino ha l’obbligo di recuperare le proprie lenze per facilitarne il combattimento.

 

 L’inosservanza del regolamento può portare all’espulsione immediata dall’area del lago.

 

Riferimenti utili

 

Per pescare al Parco degli Urcei o per chiedere informazioni chiamare il Sig. Arcangelo al numero 3339667791

 

Orzivecchi ( BS)

Via S. Giulia

Località Cascina Fienil Nuovo

 

Per maggiori informazioni sulle esche utilizzate

 

Visita il nostro sito

www.ccmoore.com

 

 


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Commenti

Wolly il 23/04/18
Ciao vado agli urcei alla posta 26 qualcuno sa darmi qualche consiglio xè ho pescato dall altra parte del lago è non conosco questa grazie


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)