News

Ambiente: Il nuovo reparto dell'Arma dei Carabinieri

Di Guido Campiano pubblicato il 08/01/17

 

Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare Carabinieri

 

In questa fase di incertezze, oggi ci troviamo a far fronte ad un radicale cambiamento sotto il profilo Istituzionale, lo scioglimento, o meglio l’ unificazione del Corpo Forestale all’Arma dei Carabinieri ha creato incertezze anche nella pesca, affrontare un tema bollente come quello del bracconaggio, in questa situazione diventa ancor più difficile, confuso e pieno di incertezze, questo è quello che apparentemente si pensa ma in realtà non è così.

 

Fino a pochi giorni fa è stato servito il Paese con uniformi e in uffici diversi, d’ora in poi lo si farà uniti. Non cambierà il generoso impegno che fino ad oggi è stato adoperato, la professionalità e il valore personale di ogni Forestale resterà inalterato. Unendo le nostre forze, si potrà aumentare la capacità di risposta alle esigenze e alle attese della gente; potranno essere ancor più valorizzate le potenzialità per il servizio istituzionale. Benvenuti in questa Famiglia più grande. Il 5 giugno e il 15 ottobre continueranno a ricordare la propria storia; il futuro si scriverà insieme, nel reciproco rispetto di ciascuno e nel supremo interesse del nostro Paese, per la salvaguardia del suo territorio e la sicurezza dei cittadini.

 

Con i seguenti quesiti pubblicati dall’ Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri è mia intenzione voler rassicurare tutti gli appassionati di qualsiasi tecnica di pesca, e amanti della natura, che nulla cambia, anzi l’accorpamento darà più forza sotto il punto di vista emotivo e quello numerico, aumentando controlli e professionalità.

In particolare, l’assorbimento disposto determina la nascita del più grande polo di polizia ambientale a livello europeo.

 

Buona lettura

 

Quesito n. 1

Ho letto sulla stampa che è stato approvato il decreto per la riduzione delle forze di polizia e che riguarda la Forestale. Mi potete dire di che cosa si tratta? La caserma della Forestale del mio paese sarà soppressa?

Risposta

Gentile…..,

il 12 settembre 2016 è stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale il decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 177 che, nell’ambito della riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche, contiene disposizioni relative alla pianificazione delle funzioni di polizia in individuati comparti di specialità, da esercitare in via preminente o esclusiva. In tale contesto è previsto il prevalente assorbimento del Corpo Forestale dello Stato nell’Arma dei Carabinieri e la riduzione delle Forze di Polizia, che da 5 scendono a 4. In particolare, il decreto disciplina anche la costituzione della nuova organizzazione dell’Arma, dedicata alla tutela forestale, ambientale e agroalimentare dedicata a inquadrare i reparti provenienti dal Corpo Forestale e i Comandi Carabinieri Tutela Ambientale e Politiche Agricole e Alimentari. La nuova riorganizzazione rappresenterà il più grande polo di polizia ambientale a livello europeo. Il servizio forestale non subirà alcuna riduzione perché saranno pienamente salvaguardati i livelli di presidio, le professionalità, la specializzazione e l’unitarietà delle funzioni, che potranno rappresentare un ulteriore fattore di potenziamento delle funzionalità operative e di supporto logistico e organizzativo dell’Arma dei Carabinieri.

Quesito n. 2

I Forestali che noi conosciamo saranno tutti Carabinieri o saranno anche Finanzieri Forestali e Poliziotti Forestali?

Risposta

Gentile…..,

la sua domanda trova risposta nel decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 177 che, in materia di razionalizzazione delle funzioni di polizia, ha tra l’altro disposto il transito della quasi totalità delle funzioni e del personale del Corpo forestale dello Stato nell’Arma dei Carabinieri. Il personale del Corpo Forestale che transiterà nell’Arma continuerà a svolgere le stesse funzioni che svolge oggi e, compatibilmente con il nuovo assetto organizzativo, sarà confermato nella stessa sede di servizio a salvaguardia delle professionalità acquisite e delle relative specialità.

E’ stata approvata la legge sul transito della Forestale nell’Arma dei Carabinieri, ma questo non provocherà uno "spezzettamento" della nostra Polizia ambientale?

Quesito n. 3

E’ stata approvata la legge sul transito della Forestale nell’Arma dei Carabinieri, ma questo non provocherà uno "spezzettamento" della nostra Polizia ambientale?

Risposta

Gentile…………,

la sua domanda riguarda una delle tematiche più rilevanti del decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 177 recante disposizioni in materia di razionalizzazione delle funzioni di polizia e assorbimento del Corpo Forestale dello Stato. In particolare, l’assorbimento disposto determina la nascita del più grande polo di polizia ambientale a livello europeo. Quindi nessuno spezzettamento, ma la piena riconferma dell’unitarietà delle funzioni forestali nell’ambito dell’Arma dei Carabinieri, salvo lo spegnimento degli incendi boschivi, che viene accentrato ai Vigili del Fuoco, evitando possibili sovrapposizioni.

In quest'ottica al Corpo dei Vigili del Fuoco sono state trasferite le competenze in materia di lotta attiva agli incendi boschivi. Alla Polizia di Stato, alla Guardia di Finanza e al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali sono state trasferite alcune decine di unità di personale per svolgere funzioni/attività in materia di ordine e sicurezza pubblica, soccorso in montagna, sorveglianza delle acque marine, controlli doganali sul commercio di flora e fauna in via di estinzione (avvalendosi dei Carabinieri forestali), di tenuta dell'elenco degli alberi monumentali e di certificazione in materia di commercio internazionale di esemplari di flora e fauna in via di estinzione.

L'articolazione della norma è tale che, fermi restando i necessari rapporti di collaborazione di soggetti istituzionali che si occupano di specifiche materie, definisce in capo a ciascuno di tali soggetti funzioni e competenze ben precise. Pertanto, la confluenza in un unico Comando che raggruppa i compiti di polizia ambientale ed agroalimentare già svolte dall'Arma dei Carabinieri e dal Corpo forestale dello Stato determinerà un incremento quanti-qualitativo delle funzioni di polizia in materia di sicurezza ambientale, forestale ed agroalimentare evitando frammentarietà e sovrapposizioni di competenza in capo a differenti organi di polizia.

La riforma determinerà pertanto una più generale e incisiva azione di tutela ambientale rendendo più efficienti le strutture operative specializzate dell'Arma nel Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale ed Agroalimentare.

Non ci saranno quindi Finanzieri Forestali o Poliziotti forestali, atteso che solo alcune competenze e funzioni saranno attribuite ai Vigili del Fuoco (in materia di lotta attiva contro gli incendi boschivi), alla Guardia di Finanza (in materia di soccorso in montagna, sorveglianza delle acque marine confinanti con aree protette e controllo doganale del commercio illegale di flora e fauna in via di estinzione) e alla Polizia di Stato (in materia di ordine e sicurezza pubblica).

 

 

Quesito n. 4

In considerazione del prossimo assorbimento del Corpo Forestale dello Stato nell’Arma dei Carabinieri, in quali Regioni è possibile trovare i nuovi Carabinieri/Forestali, in tutti i posti ove è presente l’Arma?

Risposta

Gentile…..,

il decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 177, nell’ambito della riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche, contiene disposizioni in materia di razionalizzazione delle funzioni di polizia e di assorbimento del Corpo Forestale dello Stato nell’Arma dei Carabinieri. In particolare, il decreto disciplina la costituzione della nuova organizzazione dell’Arma, dedicata alla tutela forestale, ambientale e agroalimentare ove confluiranno i reparti provenienti dal Corpo Forestale e i Comandi Carabinieri Tutela Ambientale e Politiche Agricole e Alimentari. La nuova riorganizzazione rappresenterà il più grande polo di polizia ambientale a livello europeo.

Il personale del Corpo Forestale dello Stato transitato nell’Arma dei Carabinieri, compatibilmente con il nuovo assetto organizzativo, verrà confermato nella stessa sede di servizio, in relazione alle esigenze di mantenimento della specialità e dell’unitarietà delle funzioni di presidio dell’ambiente.

Quesito n. 5

Buongiorno, io vivo in un piccolo paese di montagna dove fortunatamente sono presenti sia il Comando Stazione dei Carabinieri, sia il Comando Stazione del Corpo Forestale dello Stato, poiché la loro presenza è importante, per la sicurezza del nostro paese e la salvaguardia dei boschi e delle specie animali in essi presenti. Volevo sapere se con il futuro accorpamento il nostro paese rischiava di perdere la presenza di uno dei due Corpi.

Risposta

Gentile…..,

come da Lei ricordato, a partire dal 1° gennaio 2017, il Corpo Forestale dello Stato verrà assorbito nell'Arma dei Carabinieri, individuata quale Forza di polizia funzionalmente più idonea al fine di consentire la piena attuazione del principio di delega sul riordino delle funzioni in materia ambientale e agroalimentare e di quelli, correlati, della razionalizzazione e del potenziamento dell’efficacia delle funzioni di polizia.

Al trasferimento delle predette funzioni conseguirà una rilevantissima modifica della tradizionale struttura dell’Arma, con la previsione di una nuova organizzazione che assumerà un ruolo strategico e conferirà alla difesa dell’ambiente una assoluta centralità.

Le oltre 800 Stazioni del Corpo Forestale potranno giovarsi del reticolo delle oltre 4.600 tra Stazioni e Tenenze Carabinieri, dando vita ad un polo di eccellenza – unico, a livello europeo – nel peculiare comparto ambientale.

Quesito n. 6

Buongiorno, nel mio paese è presente una Stazione Forestale, molto più vicina a casa mia di quella dei Carabinieri. Vorrei sapere se dopo l’unificazione potrò recarmi alla Stazione Forestale per fare le stesse denunce che oggi devo fare presso i Carabinieri.

Risposta

Gentile…..,

le Stazioni Carabinieri forestali sono reparti specializzati devoluti alla tutela del patrimonio forestale, ambientale e agroalimentare, a cui potrà rivolgersi per le sue esigenze riguardanti lo specifico settore. Per le restanti necessità, le Stazioni forestali saranno in grado di indicarle il reparto Carabinieri a Lei prossimo, in grado di aderire alle sue richieste.

 

Ufficio Relazioni con il Pubblico Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)