News

Il delirio ittico

Di Movimento Gruppo Siluro Italia pubblicato il 14/03/17

Continua il delirio ittico, sempre più pescatori si ritrovano a contatto con i bracconieri, questo significa che il numero di chi fa attività di pesca di frodo è aumentato in maniera spropositata.

La voce di "soldi facili" in Italia si è sparsa in tutto l'Est: lipoveni, rumeni, moldavi ecc ecc hanno preso le nostre acque di mira.

Un piccolo investimento di un furgone da 500 euro, una barca fatiscente, una batteria d'auto e un guadino e via con il business che gli farà guadagnare in una settimana quello che ad esempio in Romania è lo stipendio di due anni di lavoro.

Questa volta lo scontro è stato più di uno scambio di parole ma è stato tirato fuori anche un coltello, a farne le spese è stato fortunatamente solo il gommone.

La vicenda ha visto protagonisti alcuni pescatori, tra i quali Yuri Grisendi, ex presidente del Gruppo Siluro Italia.

Quasi tutto il pesce è riuscito a sopravvivere, anche se elettrostordito.

Grisendi ha giustamente fatto anche denuncia ai Carabinieri dell'accaduto, così che le Forze dell'Ordine mantengano l'attenzione alta verso questa problematica che dalla pesca si è tramutata in uno scontro sociale.

Una breve considerazione: chi mediamente percepiva uno stipendio medio di 200 euro mensili e si ritrova ora a poterne guadagnare 10 volte tanto in una settimana, sarà disposto a tutto per difendere i suoi soldi anche se guadagnati illecitamente.

Manteniamo alta l'attenzione e chiamiamo i Carabinieri.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)