News

I brutti esempi.

Di Roberto Ripamonti pubblicato il 08/01/18

Abbiamo perso diversi amici carpisti per imprudenza durante il trasbordo delle attrezzature di pesca oppure durante uscite in barca nel cuore della notte eppure per molti non sembra esserci mai pericolo.

L’uso del giubbetto salvagente rimane una opzione che molti non prendono mai in considerazione partendo anche da coloro che invece dovrebbero garantire la massima sicurezza invero, quelli che appaiono nei vari video e si propongono come divulgatori del carpfishing e della pesca in genere.

Qualche giorno fa un amico mi diceva di aver pescato un mare, da una grossa barca con un giapponese che era molto stupito dal fatto che nessuno, durante l’azione di pesca , indossasse un salvagente. Una grossa barca da pesca con una piccola ed instabile ripiegatile senza stabilizzatori oppure una canadian in alluminio che scuffia se ci sporgiamo troppo. O peggio ancora, una delle tante vasche da bagno camuffate d barca che spesso si vedono nei laghi.

Abbiamo perso diversi appassionati, il numero se poi conteggiamo gli incidenti in Europa sale vertiginosamente al punto che le aziende più serie non pubblicano più immagini e video di azioni di pesca dalla barca se i protagonisti non indossano un giubbetto.

Sbagliano loro oppure siamo molti presuntuosi e superficiali noi che invece metoimoa online filmati in cui il giubbetto è solo un optional?

Peggio se poi i filmati vanno in televisione dove chi guarda è una platea enorme. Serve un azione congiunta tra associazioni; e qui l’esempio di CFI deve essere fondamentale, le aziende e tutti coloro che si propongono.

Basta un attimo di attenzione e la sicurezza è garantita così come, basta un attimo di disattenzione e ci si trova in acqua vestiti e con una grand eforza che ci tira verso il basso. Sentivo un appassionati di pesca qualche giorno fa affermare che lui nuotava benissimo. Non funziona così, la presunzione e la negligenza non ti fanno galleggiare. 

Se sei vestito o hai molta fortuna oppure vai sotto.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)