Itinerari

Gioielli di Calabria

Di Walter Bozzo pubblicato il 04/04/19


Oggi con grande piacere e onore vi voglio raccontare e descrivere le bellezze dei posti della Calabria e in particolar modo vi voglio parlare del lago Cecita .

Partiamo col dire che è un lago artificiale situato nella catena montuosa in provincia di Cosenza. Pur essendo un lago artificiale ha un grande fascino ed è spettacolare essendo incastonato tra le montagne e le foresti di pini e querce che rendono ancor piu’ magico questo luogo. Solo una piccola porzione delle sponde del lago fa parte del parco nazionale della Sila. Il lago ha una lunghezza di 7.5 km e comprende un’ area di ben 46 km.

E’ immenso e frastagliato da piu’ insenature e anse incastonate in delle pareti rocciose nei pressi del lago. Ne fa da padrone anche il parco nazionale della Sila chiamato Cupone dove si può ammirare lungo il tragitto contrassegnato da cartelli e guide riguardanti fauna e flora. per tutto il parco si ha modo, tramite dei padiglioni, di ammirare tutte le specie di animali imbalsamati dallo scoiattolo al gatto selvatico, dalla vipera aspis ed altre specie che ricordarle tutte e’ difficile. In altri padiglioni potrete conoscere la storia della Sila e della Calabria su tanti aspetti e sempre nel parco avrete il modo durante il tragitto di vedere nei recinti, i vari animali autoctoni del luogo tra cui il lupo, il cervo, il daino, il capriolo, il cinghiale e il gufo reale.

Diciamo che queste son le specie principali presenti nei boschi della Sila. Devo aggiungere però che il lago Cecita è un posto anche con una grande storia archeologica con vari ritrovamenti di mammut e altre specie di animali di anni e anni fa, con reperti di oggettistica di città romane per la lavorazione e l’estrazione della pece. Sono state ritrovate  lance, monete, anfore, utensili per la casa, e ci sono tracce anche della presenza del uomo di Neanderthal.

La Sila e il lago sono davvero un patrimonio naturale, e quello che ne circonda è un tesoro della natura, in poche parole un paradiso terrestre da custodire. Ora veniamo a noi. Quello che piu’ interessa ai carpisti è che sul lago Cecita vige il divieto di balneazione e navigazione. Il lago è pieno di grandi carpe. Sono soprattutto carpe molto forti e combattive.

Ogni carpa presente nel lago è capace di dare filo da torcere per la loro potenza. Sono molto furbe e godono di buona salute e hanno una colorazione della livrea a dir poco stupenda. Il lago offre anche una molteplicità di postazioni di pesca con molte prospettive e possibilità di trovarsi nello spot giusto per sperare la big che tutti desiderano. Le postazione variano molto perchè in alcuni punti e tratti del lago, sono presenti vari scalini e canali. Uno di questi canali si trova in mezzo al lago e continua andando verso la diga. La profondità varia dai 5 ai 7 metri fino 20 metri e in alcuni punti anche 50, 60 metri di profondità. In queste postazioni di pesca il fondo degrada gradualmente e per via dei tanti scalini presenti si ha un fondale a strapiombo.

Le difficoltà presenti nel lago possono essere molteplici: alberi sommersi o con fondali rocciosi, con pietre davvero taglienti.

In altri punti il fondale si presenta sabbioso o melmoso con alghe sul fondo. Il lago possiede un’ acqua davvero cristallina, che ti da l opportunità di variare gli spot di pesca. I lago Cecita, è un lago difficile ed essendo vergine le carpe sono poche abituate ai nostri inneschi air rig. Quindi come dicevo in precedenza, son furbe da catturare.

Queste postazioni sono facilmente accessibili attraverso strade sterrate che portano su queste favolose sponde. Per quanto riguarda le esche da usare io mi baso soprattutto su boilies a base di birfood al pesce o speziate. Ho avuto grandi e buoni risultati anche con boilies al mais o scopex semplici che hanno la loro efficacia. Per avere un grande successo in questo lago bisogna effettuare però un lungo ed accurato studio nei minimi  particolari delle esche che si va ad usare e del fondale che si va ad affrontare per poi adottare la tattica piu’ adeguata.

Oltre a questo bisogna aggiungere una lunga pasturazione senza tralasciare niente al caso. Di solito effettuo lunghe pasturazioni a base di granaglie tipo mais tiger nuts e aggiungo anche boilies intere e altre boilies spezzettate cosi da evitare che rotolano lontano dall innesco, essendo poi cosi sicuro di avere la pasturazione fatta vicino al  mio spot di pesca.

In aggiunta, per rendere il tutto piu’ attrattivo, ci metto quel tocco di canapa in piu’ che non guasta mai, però senza esagerare. Quando voglio essere sicuro che la sessione di pesca possa regalarmi qualche cattura in piu’, aggiungo qualche sacchetto in pva o stick mix al mio innesco.E’ sempre quel particolare in piu’, che rende vincente la sessione di pesca.

Gli inneschi da me usati sono soprattutto questi: dallo snowman ad omino di neve, l’ innesco con doppia boilies da 20mm o in alternativa l innesco spinner rig con pop up da 15 mm chiamato comunemente anche ronnie rig o il d-rid sempre con boilies da 15 mm oppure l innesco blow out rig con una boilies singola e una pop up al mais, in alternativa un combi rig con doppia boilies da 15 mm.

Parliamo poi di un altro argomento fondamentale e importante che riguarda la licenza di pesca. Per tutti coloro che vorrebbero venire a pescare in Calabria e che possiedono già la licenza di pesca donatagli dalla regione di appartenenza, questa è valida su tutto il territorio italiano.

Stesso discorso vale per chi proviene da altre nazioni. La licenza comunque non deve essere scaduta evitando cosi possibili sanzioni. Invece per quanto riguarda il rilascio per il permesso di pesca di una persona originaria della Calabria, bisogna fare la richiesta compilando un modulo: pesca acque interne regione Calabria, settore agricoltura.

Un altro punto fondamentale che interessa a tutti, è sapere la presenza di b&b e ristoranti nelle vicinanze del lago. Per quanto riguarda i b&b si trovano soprattutto nella località di Camigliatello nei presi del lago, con trattorie, agriturismi, ristoranti dove vi proporranno i prodotti tipici come salumi, formaggi, e altre cose davvero squisite da degustare in Calabria. Vi aspetto


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)