News

FIPSAS denuncia META

Di Redazione pubblicato il 08/10/16

La FIPSAS ha depositato denuncia/querela contro il META

Depositata presso il Tribunale di Roma e per competenza presso quello di Vercelli, la denuncia/querela nei confronti di alcuni attivisti del META (Movimento Etico Tutela Animali e Ambiente) per il blitz sul fiume Sesia, località Quarona, effettuato nel mese di Agosto, in cui costrinsero alcuni pescatori a non continuare una gara di pesca alla trota in torrente regolarmente autorizzata.
L'episodio divenne increscioso e virale sui social perché coinvolse un minore e il padre che furono pesantemente redarguiti.
La denuncia è stata sottoscritta dal presidente federale Prof. Ugo Claudio Matteoli e dal papà del ragazzo.
La FIPSAS ha voluto così sottolineare che non intende subire passivamente atti dimostrativi del genere nei confronti dei pescatori sportivi e ricreativi durante l'attività alieutica legalmente riconosciuta sul territorio italiano.

 

Un commento: prendiamo atto con una certa sodisfazione di questo atto promosso dalla FIPSAS che prende chiaramente le difese di due appassionati intenti a vivere il loro hobby. META è i suoi talebani dovrebbe rivolgere queste sciocche attenzioni alle decine di bracconieri che stanno martoriando le nostre acque così come a coloro che le inquinano immettendoci veleni di ogni tipo da anni. L'ipocrisia di questa gente con il cervello evidentemente foderato da prosciutto si scaglia contro chi veramente ha a cuore le sorti del nostro ambiente a differenza loro, radical chic da strapazzo, forti con i più deboli e certamente e vergognosamente vigliacchi contro chi invece li potrebbe frullare felicemente in acqua ridendo della loro scadente intelligenza.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)