News

Bow Fishing; Fermare queste mode assurde

Di Redazione pubblicato il 10/11/11

Questo è un video tratto da You Tube in cui un gruppo di americani danno sfogo alle loro frustrazioni scaricandosi contro carpe di vario tipo mediante il tiro con l'arco.

Una pratica abominevole che non dovrà in alcun modo prendere piede anche da noi.

Questa tecnica si chiama "Bow Fishing" ma sarebbe più opportuno chiamarla "Bow Killing" (Uccisione con l'arco).

E' uno sport in voga negli USA che qualche fanatico ha messo in pratica anche da noi.

Nelle acque libere è PROIBITO e inoltre, la detenzione di queste balestre è lilmitata ad autorizzazioni che spriamo non vengano mai rilasciate a nessuno in Unione Europea.

 


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Commenti

Io il 12/05/17
Penso, che pescare con l'arco non sia sbagliato, má solo se si pescano pesci Piccoli, e magari che dopo si mangiano, intendo un catchandcook come fanno i Tarradebros


andrea il 11/11/11
ma perchè nn si sparano con l'arco in testa!!!!!!!!!!!


Gianluca Morpanini il 11/11/11
Ma quante ne uccidono in un giorno due idioti così???!?!?!? e soprattutto, quanti idioti ci sono come loro?!?!?!?!?!


Red/ il 11/11/11
Avevo letto che la caccia con l' arco in mare fosse possibile, perché paragonata alla pesca con fiocina, invece nei fiumi o in acque interne è vietata... sempre che non sia permessa da una struttura privata. Per legge in mare é consentito trattenere fino a 5 kg di pescato giornaliero, quindi che lo si peschi a lenza, con l' arbalete (fucile subacqueo) o con l' arco si tratta comunque di prelievo. E non mi sento di dire che una delle tre categorie sopra menzionate abbia una legittimazione maggiore delle altre. Discorso completamente differente per chi pratica il rilascio... perché é possibile solo a lenza. So che la pesca subacquea (meglio chiamarla caccia subacquea, come la chiamano i francesi) in certe zone d' acqua dolce é permessa, perlomeno in alcuni grandi laghi. Ora però non mi interessa una dissertazione su chi sia più etico come tecnica di prelievo di pesca, piuttosto quello verso cui voglio fare un appello é il buonsenso, come il racconto che mi facevano alcuni pescatori a lenza che pescano a passata i cavedani in un piccolo corso d' acqua: per legge potevano pure portare a casa il pescato ma si erano accordati per rilasciarlo tutto, tutti quanti, perché qualsiasi prelievo sarebbe stato eccessivo in quel corso d' acqua. Questo é il discorso che viene prima di tutto. Bisogna prima porsi: -quanta pressione si può esercitare su un ambiente? -le specie sono prelevabili (quali?) oppure si può praticare solo catch&release? O non vanno per niente disturbate in certe condizioni? Poi faccio notare che ancora molto lavoro c' é da fare per sensibilizzare chi pratica pesca a lenza: usare lenze dimensionate per non sfinire il pesce che produrrà altrimenti troppo acido lattico e anche se rilasciato andrà comunque a morire, pesci pescati con degli ami non adatti che rischiano di essere ingoiati piuttosto che fermarsi in bocca o che lesionano certe zone della bocca poiché fanno molta leva... Inoltre conosco troppi pescatori convinti di pescare in modo rispettoso, perché praticano il catch&release, che non si muniscono di materassino su cui appoggiare le carpe, perché ritengono che siano soldi buttati via. Concludo dicendo che visto che le carpe non se le mangia nessuno (o quasi: nei mercati rionali le acquistano dai pescivendoli gli extracomunitari) é insensato il loro prelievo, non importa con quale tecnica di pesca!!


Pierluigi il 11/11/11
Amici cari, carpisti convinti, sapete cosa ho visto io la scorsa settimana dalla tangenziale di Novara? Un tizio che SPARAVA nelle acque di un laghetto che si scorge dalla strada!!! Ed io l'ho visto in diretta mentre andavo al lavoro...scandaloso!!!


Alessandro Azzolini il 10/11/11
bisorebbe fare lo stesso con loro..... vedere se dopo ridono.....


Marcucci Paolo il 10/11/11
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=yslbUBaBOug questo é ancora peggio, la stupiditá umana non ha limite.


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)