Drive and Survive Vogrš?ek

di Maurizio Cavallotti pubblicato il 29/04/17

Il lago di Vogrš?ek è uno splendido e selvaggio bacino Sloveno, situato nelle vicinanze di Sempas  e dista pochi chilometri dal confine Italiano di Gorizia.

La nascita del bacino risale al 1988 per le esigenze irrigue della valle Vipavska e come protezione dalle inondazioni create dall’omonimo fiume Vogrš?ek.

La creazione dello sbarramento sul fiume ha dato origine ad un bacino dalle dimensioni di tutto rispetto infatti,  la sua lunghezza è di circa 2,5 km, la sua larghezza è circa 150-200 metri, il suo perimetro raggiunge i 4 km con sponde ricche di baie e insenature selvagge.

La sua profondità massima raggiunge i 25 metri in prossimità della diga ed ha una capienza di 8,5 milioni di metri cubi d’acqua sviluppandosi su una superficie di  80 000 metri quadrati.

A causa della sua posizione geografica, delle elevate temperature estive e dell’abbondanza di alimentazione naturale,  lago è ricco di grosse carpe estremamente combattive che metteranno a dura prova  le nostre attrezzature.

In alcuni punti il fondale del lago è particolarmente ricco di ostacoli sommersi come rocce, radici, tronchi e rami di ogni genere, per cui la nostra attrezzatura dovrà essere particolarmente robusta.

Consiglio vivamente di utilizzare una barca per raggiungere le postazioni più inaccessibili e di utilizzare come zavorra piombi a perdere o meglio ancora i sassi, portandoli da casa perché in loco scarseggiano, in oltre deve essere messa particolare cura nel posizionare i nostri inneschi, evitando di posizionarli troppo vicino o addirittura dentro agli ostacoli, perché  sappiamo già che alla prima partenza con molta probabilità il pesce rimarrà incagliato in qualche ramo mettendo a repentaglio la sua incolumità.

“Meglio avere una partenza in meno ma una cattura in più”

La regolamentazione della pesca nel lago di Vogrscek è piuttosto rigida, i controlli anche se discreti non mancano per cui non conviene sgarrare.

Per prima cosa  bisogna munirsi dei regolari permessi di pesca, non è particolarmente difficile, è solo un po' lungo e macchinoso…..

1)      Preparate i dati della carta di credito o della carta prepagata.

2)      Registrarsi creando un account sul sito ribiskekarte.si all’indirizzo sotto elencato selezionando lingua italiana.

http://www.ribiskekarte.si/it/rd-rence/vogrscek-1-akumulacija

3)      A questo punto abbiamo 2 opzioni

4)      Permesso che comprende solo le ore diurne

5)      Permesso che comprende solo le ore notturne.

6)      Fare il permesso per il numero di giorni in cui vogliamo pescare (controllare bene le date).

7)      Si conferma e una volta effettuato il pagamento, si stampa il permesso di pesca giornaliero

8)      Fare i permessi per il numero di notti in cui vogliamo pescare (controllare bene le date).

9)      Si conferma e una volta effettuato i pagamenti, si stampano i permessi di pesca .

Adesso siamo pronti per andare a pescare

NB.

La pesca della carpa nel lago di Vogrscek è consentita SOLO con due canne ed è obbligatorio avere con se un guadino, un materassino e una pinza per slamare il pesce.

E’ vietata la pesca all’interno delle insenature.

È consentito l’uso della barca.

In questo bacino, la mia azione di pesca si basa sull’utilizzo di esche dalla comprovata efficacia,  per differenziarmi dagli altri frequentatore del lago ed essere sicuro che le mie esche possano essere “sentite” dalle carpe, ho deciso di “ammollarle” tutte, anche quelle utilizzate in pasturazione, utilizzando un liquido nutrizionale idrosolubile piuttosto denso, per tanto la loro preparazione non è stata immediata, ma è durata circa una settimana ed il procedimento che ho utilizzato per realizzarlo è il seguente…

Ho versato 10 kg di boilies in un secchio di generose dimensioni, le ho innaffiate generosamente con il liquido prescelto e dopo aver chiuso il secchio con il coperchio,  ho dato una lunga ed energica scekerata per distribuirlo uniformemente su tutta la superficie delle boilies, lasciandole poi assorbire per circa 24 ore.

Ripetendo questa operazione a giorni alterni e per più giorni consecutivi , si otterranno delle boilies “trattate”, estremamente cariche che, una volta immesse in acqua, lavoreranno efficacemente e per un lunghissimo periodo di tempo.

Avendo poco tempo e solo 2 canne a disposizione, ho basato la mia azione di pesca su una meticolosa ricerca di porzioni di lago pulite, sgombre da rami ed altri detriti che ingombrano il fondale, effettuando poi una pasturazione abbondante ma estremamente concentrata in due punti molto lontani fra di loro per non disturbare troppo l’area in caso di catture.

Come innesco, ho preferito non andar troppo per il sottile, infatti ho utilizzato un innesco singolo, minimo un 24 mm, associato ad un esca plastica da 15 mm per creare un boccone di dimensioni  generose  in grado di resistere a qualsiasi attenzione, il tutto montato su un amo estremamente robusto in quanto il fondale, a seconda delle zone, è ingombro di pietre, rami, alberi morti e detriti di vario genere.

Info viabilità

Una volta che si è raggiunto Gorizia, dirigersi verso  Nuova Gorica attraversando il confine Sloveno.

A questo punto la via più breve sarebbe l’autostrada H4, ma visto che per pochi chilometri dovreste pagare il bollino autostradale, vi consiglio di prendere la statale in direzione Šempas, a questo punto siete arrivati a destinazione. Mi raccomando, per evitare problemi, lasciate le auto nei parcheggi indicati.

Info esche utilizzate

Visita il nostro sito www.ccmoore.com

by Maurizio Cavallotti Team CCMoore Italia

info regolamentazione pesca

www.ribiskekarte.si/it/rd-rence/vogrscek-1-akumulacija






Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)