Itinerari

Drive and Survive Lac du Broc

Di Maurizio Cavallotti pubblicato il 03/08/17


(Etang de Carros)

Il bacino del Lac du Broc nasce a metà degli anni 50 durante lo sfruttamento geologico della zona per l’estrazione della sabbia e ghiaia, in origine il lago aveva  una superficie di circa 25’000 metri quadrati,  ma al termine delle attività di scavo, il lago ha raggiunto la ragguardevole superfice di 300'000 metri quadrati… praticamente un bacino mediamente  lungo più di 1200 metri e largo 250-300.

 

Le acque del Lac du Broc sono di una eccezionale limpidezza, hanno un livello instabile e possono raggiungere delle profondità molto elevate perché il bacino viene alimentato direttamente dalla falda freatica del fiume Var che scorre nelle sue vicinanze e quindi il livello delle acque risente anche delle sue variazioni.

La sua profondità media varia,  anche di molti metri durante l’anno, in funzione delle stagioni, delle piogge e dalle piene stagionali del fiume Var e può raggiungere e superare in alcuni punti i 15 mt.

Il suo fondale è molto ondulato, prevalentemente ghiaioso e compatto, quasi totalmente privo di ostacoli ed è composto da un’alternanza di ghiaia, limo e sabbia sulla quale, nei mesi estivi e non solo, crescono rigogliosi gli erbai.

Nel 1993 il lago è stato acquisito dal dipartimento delle Alpi – Marittime e successivamente nel 2008 è stato inserito ufficialmente nelle riserve dei parchi dipartimentali e riconvertito, ad oggi il complesso del lago più il parco circostante ha raggiunto la ragguardevole superfice complessiva di 470'000 metri quadrati.

 

Per l’accesso al lago e la pesca non è assolutamente un problema,  basta acquistare una normale licenza di pesca Francese, registrandosi  al sito www.cartedepeche.fr ,selezionando  il tipo di carta “hebdomadaire”, Carta Vacanza, al costo di 32 euro si può pescare al Lac du Broc per 7 giorni con 3 canne in piena libertà.

 

Fate attenzione, il  Lac du Broc è un parco nazionale, per tanto è soggetto ad una regolamentazione particolare

 

E nello specifico…

Si pesca esclusivamente a lancio

È  severamente vietata la pesca notturna

È  severamente vietato l’utilizzo dei carp sac

È  severamente vietato l’utilizzo del fuoco in tutte le sue forme

È vietata la balneazione

È obbligatorio l’utilizzo di un materassino e di un guadino di dimensioni adeguate

NB.  I controlli “discreti” dei guardia parco sono sempre presenti, di solito effettuano almeno 4 giri completi del parco al giorno …., due con il fuoristrada, percorrendo la strada perimetrale interna e due giri a piedi camminando lungo le sponde del lago.

Gli orari di apertura del parco variano a seconda dei mesi dell’anno e più precisamente sono :

Dal 1 aprile al 31 ottobre la pesca è consentita dalle ore 7,00 alle ore 20,00

Dal 1 novembre al  31 marzo la pesca è consentita dalle ore 8,00 alle ore 18,00

 

Per arrivare al lago, provenendo dall’Italia è molto semplice, basta seguire le indicazioni per Nizza poi per Carros percorrendo la RM 6202 bis fino all’entrata del parco, arrivati al parco, si parcheggia l’auto davanti al cancello e si aspetta…, alle 07,00 si accende una  luce che illumina il cancello e la serratura automaticamente scatta in apertura …. Se il cancello non si apre da solo, basta spingerlo leggermente verso l’interno per aprirlo manualmente,  si percorre  in auto il vialetto interno del parco e si parcheggia l’auto nelle apposite piazzole, oppure se si arriva tardi e il piccolo parcheggio interno è già pieno, c’è un secondo parcheggio alla destra del cancello d’ingresso ,…. Rammento che le auto non possono rimanere all’interno dei parcheggi del parco dopo l’orario di chiusura ….. in caso contrario si rischia un’ ammenda salata e la rimozione forzata.  

Lasciata l’auto nel punto prestabilito, si carica tutto sul carrellino e ci si inoltra lungo la stradina che costeggia il lago facendo  attenzione alla zona nord, quella opposta all’ingresso, in quanto è presente una riserva in cui è vietata la pesca.

 

Prima di lanciare i nostri inneschi nel lac du Broc, è fondamentale effettuare un’accurata operazione di ricerca con la canna da marker per conoscere con precisione la morfologia e la profondità del fondale su cui andremo a posizionare la nostra pasturazione, cercando di evitare gli estesi erbai  che lo caratterizzano,  ricercando i punti puliti come i depositi di sabbia , ciottoli e le zone di alimentazione delle carpe nei pressi dei cambi di profondità .  

 

Anche le carpe del Lac du Broc sono piuttosto “selettive” preferendo nettamente le pasturazioni molto abbondanti e concentrate rispetto a quelle scarse e dispersive.

 

In questa sessione di pesca ho deciso di utilizzare esche particolarmente ricche di Robin Red, lieviti e farine di pesce, in quanto in questo tipo di acque sottoposte a forte pressione, mi hanno ripetutamente dimostrato di avere  una marcia in più,  in quanto sono esche studiate per essere estremamente efficaci  sia per gli Anglers che le utilizzano nelle brevi sessioni in acque sottoposte a elevata pressione di pesca, sia per quelli che le utilizzano nella ricerca della Big con lunghe campagne di pasturazione.

 

Per quanto riguarda la pasturazione, la  preparo lì, direttamente sul posto, per una giornata di pesca sarà sufficiente  un secchiello contenente una miscela composta da un paio di kg di boillies sbriciolate grossolanamente, qualche manciata di boillies di piccolo diametro ,  tre di chilogrammi di Corn Steep Liquor pellet, due kg di pellet  di diverso diametro ma della stessa linea delle boillies che sto utilizzando. Aggiungo un paio di scatolette di mais dolce, bagno il tutto con un liquido nutrizionale qualche minuto prima di iniziare la pasturazione, do una energica mescolata, e siamo pronti.

Per gli inneschi preferisco utilizzare un KD rig  innescando o una pop up dai colori sgargianti controbilanciata da un piccolo pallino di piombo direttamente sull‘hair rig a pochi mm dall’esca  o  un innesco alleggerito Wafter  … vi assicuro che fa la differenza .

Vista la natura ciottolosa del fondale del Lac du Brok consiglio di effettuare un meticoloso controllo della punta dell’amo prima di ogni lancio, utilizzando una lente di ingrandimento specifica si riesce a vedere ogni minimo dettaglio, dandoci la possibilità di effettuare  un’accurata affilatura della punta o una sostituzione, garantendoci una migliore efficacia delle nostre presentazioni.

By Maurizio Cavallotti Team CCMoore Italia

Info esche  utilizzate visita il sito

www.ccmoore.com

 

Info regolamentazione

www.departement06.fr/les-parcs/parc-du-lac-du-broc-2113.html

 

Info viabilità

Arrivando dall’Italia, seguire per Nizza percorrendo la RM 6202 bis fino all’entrata del parco, un parcheggio è situato presso l’ingresso a sud del parco.

Info soggiorno

Essendo severamente vietato sostare all’interno del parco durante l’orario di chiusura, consiglio di appoggiarsi ad un campeggio in cui fare base,  per poter lasciare tutta l’attrezzatura non necessaria alla sessione di pesca e magari al rientro, concedersi un po' di meritato riposo con una rinfrescante nuotata in piscina.

Per tanto consiglio Il CAMPING MAGALI,  è un po’ distante dal lago, ma sulla strada di andata e ritorno verso il parco abbiamo a disposizione brasserie, ristoranti e supermercati  in cui poter acquistare tutto ciò che è necessario per il nostro soggiorno.
Il CAMPING MAGALI è un campeggio estremamente tranquillo, pulito ed economico, dotato di piazzole con alimentazione elettrica ( su richiesta),  di bagni e docce calde pulite e gratuite aperte h24, una piscina e un parcheggio privato nel quale poter lasciare l’auto pronta per la sessione di pesca,  ed in ultimo ma non per importanza, la signora Magnino, che ringrazio per la sua cordialità, parla Italiano, per cui è possibile scrivere o telefonare per prenotare una piazzola senza il problema della differenza linguistica.
 
CAMPING MAGALI
1814, route de la Baronne
06700 SAINT LAURENT DU VAR - FRANCE
Tel: +33 4 93 31 57 00
Fax: +33 4 92 12 01 33
Chiedere della sig.ra Magnino
email: info@camping-magali.com
http://www.camping-magali.com
 
 

By Maurizio Cavallotti Team CCMoore Italia


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)