Itinerari

Enal Pesca Valverde

Di Moreno Graziani pubblicato il 06/11/11


Questo specchio d’acqua privato colpisce per la vegetazione circostante che si protrae fino le sponde creando angoli suggestivi e invitanti per le nostra azione di pesca. In una sessione effettuata insieme agli amici Roberto Ripamonti (direttore di questa splendida rivista on line) e Andrea Coroi (noto carpista italiano e collaboratore di Roberto Ripamonti), abbiamo testato con soddisfazione questo invaso popolato da ottimi esemplari che sfiorano anche i 20 kg e oltre.

Il nostro  gruppo pescava anche in funzione di produrre filmati per la trasmissione televisiva "Emozione Carpfishing" in onda a partire da Febbraio su Sky "Caccia e Pesca"

Per questa battuta di pesca (svolta a metà luglio) abbiamo utilizzato la zona del lago che va dalla porzione mediana a quella più distante dalla strada di accesso e che presenta un aspetto più selvaggio, vicina al canale che alimenta il lago stesso; in questa parte il lago ha profondità di circa 4-6 metri.

Ognuno di noi, non conoscendo il posto ha provato metodi diversi; tuttavia  la pasturazione è stata uguale per tutti ed è consistita in granaglie ben cotte con qualche boiles spezzata ed intera. Personalmente ho innescato prima del mais finto insieme ad un chicco naturale; successivamente ho adoperato solo boiles miele e crema.

Tale cambiamento è stato fatto per insidiare le carpe più grandi del laghetto, dopo che il mais mi aveva dato le prime abboccate della sessione.

Non mi dilungo sui dettagli ma sottolineo il fatto che gli ostacoli presenti richiedono massima attenzione nelle montature che devono permettere al pesce di liberarsi in caso di incaglio su rami o ostacoli sommersi. Abbiamo usato il barchino radiocomandato per distribuire con precisione le granaglie e le boiles durante la battuta che è durata 2 giorni e 2 notti. Alessio Bianconi, il gestore del lago si è dimostrato molto disponibile, ci ha ospitato deliziandoci anche con una cene e pranzi da lui cucinati sul posto. Abbiamo avuto svariate partenze di notte e di giorno con punte fino a 17 kg circa.

Va sottolineato come questo questo lago non sia un comune carpodromo ma, visto la sua posizione piuttosto isolata ed aspetto naturale,  un piccolo bacino dove vivere il carpfishing in maniera assolutamente rilassata. Per prenotare una pescata o informarsi sui regolamenti interni bisogna contattare il gestore stesso.

Il lago è frequentato è quindi consiglio di prenotare con un po’ di anticipo.

Durante la pescata è venuto a trovarci anche il simpatico Augusto De Megni, ragazzo noto per aver vinto Grande Fratello alcuni anni fa; Augusto non è pescatore ma la sua compagnia ha rallegrato tutti e alla fine si è cimentato pure con una bella cattura, la prima in assoluto per lui.In conclusione, vista la bella esperienza di pesca, stiamo già pensando ad una prossima sessione invernale nella speranza di approfittare della tranquillità di questo laghetto e della disponibilità del gestore; si tratta di un piccolo e riservato laghetto che consiglio sul lato sportivo e naturalistico.Come arrivare al laghetto Valverde

Da Sud: Autostrada A1, uscita Orte, superstrada E-45 in direzione Perugia, uscita Marsciano - Collepepe; seguire le indicazioni per Marsciano Ospedale. Dal Centro, seguire le indicazioni per "Tenuta Valverde"

Da Marsciano Km 11.

Da Nord: Autostrada A1, uscita Valdichiana, raccordo autostradale Bettolle-Perugia in direzione Perugia, uscita Sanfaustino, prendere via Settevalli in direzione Pila. Al semaforo proseguire dritti in direzione Spina. Da qui seguire le indicazioni per "Tenuta Valverde".

Da Perugia circa Km 18

Regole speciali;

Vietati gli intrecciati / Ami senza ardiglione obbligatori / Materassino e disinfettante a portata di mano / Vietata la barca / Vietati i carp sack

 

Per informazioni;

Alessio Bianconi   349 - 426 4372  oppure  327 014 5253


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Commenti

Mariano il 19/11/16
Il lago in questione non è affatto ENAL. Il gestore non fa alcuna tessera e nessuna ricevuta. Inoltre è una persona inaffidabile che gestisce in modo malsano il lago e irrispettoso i pescatori che ci vanno. Le regole esistono, ma solo per qualcuno.


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)