In copertina...



Sponsor



Corbara...e si sorprendono pure!

di Roberto Ripamonti pubblicato il 13/04/17

Abbiamo dato ieri la notizia che a Corbara è stato effettuato un sequestro di 2 chilometri di reti alte circa 4 metri e di 5 quintali di pesce pronto ad essere trasferito secondo la barbara usanza di questa azienda del crimine.

Quello che lascia aperti alcuni, anzi moltissimi interrogativi è come questa gente sia riuscita ad arrivare al lago di Corbara perché sta emergendo che alcuni di questi "gentiluomini" romeni pare avessero una licenza di pesca con estensione anche per la regione Umbria.

Ne scaturisce che in Umbria, chi è preposto al controlo, evidentemente in altre faccende affaccendato, non si è certamenre degnato di verificare chi poneva in essere la domanda di estensione.

Eppure basterebbe poco per scoprire che si trattava di personaggi loscamente noti alle cronache quitidiane di Lombardia, Emilia Romagna  e Veneto per una serie di reati tra cui, guarda un po....c'è il bracconaggio.

Allora forse è opportuno che questa gente si svegli e si renda conto che se siede in un ufficio pagato con i soldi dei contribuenti italiani (e non certamente con le multe che i bracconieri romeni non pagano mai...), sarebbe bene interessarsi al mondo che si intende gestire o per il quale esistono responsabilità dirette.

Forse saerebbe bene che questi nostri dipendent pubblici si informassero.

La soluzione immediata, se fossimo in uno Stato serio, sarebbe quella di revocare con effetto immmediato, tutte le licenze professionali concesse a partire dal 2011 anno in cui il cancro è esploso in tutta la sua gravità.

In un secondo momento, la chiusura della pesca professionale nelle acque interne italiane con le eccezioni di cui si è parlato più volte.

La metastasi è oramai incontrollabile e servono interventi urgenti. Forse proprio domani potremo dare notizia di un importante evento che ha visto protagonista la FIOPS e il Ministro Orlando ma, aspettiamo l'ufficialità del comunicato stampa della stessa Fiops.






Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)