News

Colpa degli alloctoni....

Di M.G.S. Italia pubblicato il 18/03/18

Questa foto la dedichiamo a quelli che per anni hanno scritto post chilometrici per convincerci che l'alloctonia andava contenuta con qualsiasi mezzo, e la pesca di professione era un mezzo per farlo a costo zero.

Gli stessi che poi tenevano conferenze, dialogavano con le amministrazioni, ottenevano fondi riempiendosi la bocca di tante bei progetti e le tasche di altro perchè "dovevano ripristinare la biodiversità".

Perchè il luccio era l'indicatore biologico del buono stato delle acque.

Se in quel canale dove scarica la porcilaia di Bando (Fe) non ci sta il luccio è per colpa del siluro che lo mangia, della carpa che intorbidisce l'acqua e dell'amur che mangia il cannericcio dove lui si riproduce.

Risultato: nel canale in acqua solo merda e a scorrazzare sulle sponde altrettanta.

Foto proveniente da un mercato ittico italiano, pescato consegnato da un "nuovo" pescatore di mestiere arrivato in Italia grazie all'apertura del canale commerciale con la Romania nel 2012.

Triade: applaudite ancora?


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Commenti

Amilcare Strangozzi il 22/03/18
Quindi secondo te la colpa del bracconaggio è che c'è gente che vende attrezzature ai rumeni bracconieri, chi gli compra il pesce e quindi la colpa ricade sugli altri e non su i rumeni. Tornatene a casa tua dove fino a 10 anni fa vivevate nel fango.


Giovanni Tozzini il 21/03/18
Pienamente ragione! Siete venuti in Italia e state distruggendo tutto co atti vandalici. Tra dio voi c'è brava gente ma anche tantissimi ladri scappati dalla Romania. Ogni volta che vado nel mio fiume li trovo sempre senza licenza, a pescare a strappo e a lasciare quintali di bottiglie di birra sulle sponde.


Aldo Ruggeri il 20/03/18
Per cortesia non diciamo sciocchezze. I pescatori rumeni sono noti nei negozi per acquistare ancorette per pescare a strappo non certamente per acquistare attrezzature da pesca a mosca o carpfishing. Sono noto per padellare tutti i pesci che gli capitano a turo e sono arrivati in questo Paese come vandali. Il bracconaggio è al 98% responsabilità dei sui conterranei rumeni, prima del loro arrivo in Italia non c'era praticamente più bracconaggio da almeno 15 anni. Se siete pescatori appassionati e non ammazzapesci, denunciato chi fa il bracconiere e rimandatelo a casa vostra.


liviu il 18/03/18
Tirate fuori sempre la Romania ma non vedete la mondezza nel vostro giardino. Se non ci sarebbe chi lo vende dal pescatore rumeno, chi i vende attrezzatura al pescatore rumeno, chi compra pesce proveniente dal pescatore rumeno e potrei continuare per settimane , tutto sarebbe già finito.


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)