News

CFI :Contributo spesa alle Guardie Volontarie delle Sedi

Di Denis Ruzzante pubblicato il 02/02/16

NOTIZIA IMPORTANTE:

Deliberato nell'ultimo consiglio direttivo di CFI di devolvere contributi spese alle sedi che hanno nel loro interno corpi di guardie volontarie.Questo oltre al normale contributo che l'associazione da a tutte per il vestiario.

Una piccola cosa, a dimostrare che se anche il governo continua a togliere fondi e risorse, la nostra passione va sempre oltre. I risultati ottenuti in questi giorni sono sotto gli occhi di tutti. La prima sede ad ottenerlo la 144 di Marghera.

Grande CFI!


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Commenti

tizianomaccari il 03/02/16
Da sempre seguo sui siti che parlano di pesca il problema del bracconaggio e colgo l'occasione per fare i miei complimenti alle guardie volontarie ed anche alle Polizie Provinciali che tanto si adoperano per provare a debellare questo disgraziato fenomeno. Leggendo i vari articoli leggo sempre che vengono fatti appostamenti nella notte tra fango e reti malsane per poi liberare i pesci e cogliere sul fatto i predatori, da un po di tempo mi sto ponendo una domanda, ma perchè invece di cercarli sul canale che poi li devono rilasciare o fare loro solo una sanzione amministrativa, non li aspettano in strada, senza sporcarsi li colgono con i pesci caricati alla bene e meglio sui furgoni e quindi per maltrattamento animale o con una qualche clausola sanitaria possono invece applicare il penale, ci rimetteremo un po di pesci, ma forse finiamo prima i rumeni.E' un dubbio che mi piaceva esternare.


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)