In copertina...



Sponsor



Carpfishing in sintonia

di Gianvittorio Martellino pubblicato il 19/03/14

 

 

È in programma una nuova sessione di pesca e la nostra mente è già partita con i preparativi da farsi, mentre il nostro cuore già batte per l’emozione pensando a bellissime catture!

 

Riflettendo ci accorgiamo che il carpfishing è diventato una   famiglia “ allargata “ : oggi ci sono anche  le donne che spinte dalla passione dei fidanzati , come nel mio caso, ne sono rimaste “catturate “.

 

<< Amore quando andiamo a fare tre giorni di pesca ? >> ; Queste le ultime parole della mia Simona, che da qualche anno è presente in molte mie avventure di pesca con la sua attrezzatura i sui inneschi e la sua grinta di catturare e trascorrere qualche giorno immersi nella natura estraniandosi dalla settimana lavorativa e dai problemi della vita. Ricordo che quando ci siamo conosciuti, le dissi del mio amore per la pesca, gli animali, la natura . 

 

 

Sembravo un fissato , un pazzo e quando ricevevo messaggi dalla mia ragazza le rispondevo con una foto di un tramonto appena fotografato o di una carpa tra le mie braccia e un volto pieno di gioia. Iniziai a portarla con me durante le mie uscite giornaliere di pesca, e iniziai a farle capire il senso di questa disciplina, non mirato a distruggere, ma a costruire qualcosa che và oltre la comune filosofia di vita, quasi un ritorno alla natura.

 

 

La sua prima cattura: guardavo  il suo volto, stanco per il combattimento ma felice per il risultato, e mi vengono in mente le sue parole  “ mamma mia, ma che pesce è? Ha qualche malformazione? È malato? Però è viscido mi fa un po’ schifo” !

 

Oggi mi ritrovo a fotografare anche  il suo di volto felice mentre posa con una delle sue, ormai frequenti catture. In alcune sessioni mi capita di dover stare solo a guardare, e penso a quel famoso detto “ l’allievo ha  superato il maestro “  ( e devo dire anche con un po’ di invidia! ).  

 

Si lo sò sono fortunato, ma non l’unico, visto che molte sono le amiche che partecipano alle nostre avventure, sfidandoci con grande competizione.

 

Oramai c'è poco da fare ragazzi, o meglio Carpisti, le “Carpiste”sono entrate nel nostro sistema e credo che questo sia molto importante perchè non c’è cosa più bella di avere la possibilità di condividere oltre la passione con amore, anche “ l’amore ” con la passione.

 

Testo e foto di Gianvittorio Martellino






Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)