Itinerari

Carp center Laguna Blu

Di Alberto Fusaro pubblicato il 04/04/13

Parto da una premessa corredata a questa favolosa cava ubicata nella provincia di Vicenza, precisamente ad Orgiano…… il Carpfishing è una disciplina che occupa gran parte del nostro tempo libero, a volte, a discapito di affetti e amori personali. Esso ci porta ad affrontare sessioni più o meno lunghe in situazioni al quanto selvagge, pericolose e infinitamente sporche…. ove non potremo mai circondarci di persone a noi care come fidanzate/mogli/”amanti!!!”. Per molti cari a volte questo può divenire un problema oggettivo e primario, purtroppo non vengono fatti partecipi di una nostra gran passione.

 Esistono anche realtà come la cava sopraindicata dove vige una parola chiave che la contraddistingue da tante varie situazioni  private da me vissute, la parola in questione è “PULIZIA”, pulizia dentro e pulizia soprattutto fuori.

Pulita Dentro perché le postazioni pesca sono una vera e propria bomboniera complete da steccati e scalette modello Inglese, prato perfettamente tagliato, salvagenti appesi, posti tenda prestabiliti e confortevoli dove non sussiste un filo d’erba fuori posto.  

Per la tutela del pescato vengono forniti capienti e robusti materassini, disinfettante, sacche pesatura e recipiente per tener bagnato il pesce in fase di slamatura e/o foto. Altro interessante accorgimento che evidenzia la cura dei dettagli e l’attenzione al pesce è che il guadino viene disinfettato dal titolare prima di entrare in pesca, questo per evitare di introdurre qualche batterio inadatto in un acqua così splendida.

Pulita fuori perchè la Direzione rispetta e fa rispettare da tutti, sottolineo da tutti, delle regole ferree che permettono al pescatore di passare dei giorni senza battibecchi o tecnicità avverse esasperate. Ogni pescatore che affronta questa difficilissima cava lo fa nel rispetto di essa e della postazione vicina, non è sicuramente adatta a pescatori neofiti o con poca esperienza, ma solo a pescatori esperti e soprattutto Adulti. Una preselezione accurata porta ad essere circondati da carpisti professionisti e professionali del circuito Internazionale. Cosa si potrebbe volere di più da una sessione? Posto incantevole, molto tecnico e complicato, presenza di grossi esemplari in un numero notevole, rispetto da parte di tutti i soci e magari la propria fidanzata vicino? Credo nulla!!! anche perchè egli può contare in un bar con doccia, bagno ed antibagno sempre ordinato e profumato, presenza di frigorifero, freezer, macchina del caffè, cassettina primo soccorso e una postazione per caricare le batterie/cellulari.

Colgo l’occasione per fare una riflessione personale: pur avendo la fortuna di trovare realtà così confortanti non ci si deve mai dimenticare che primario è il pesce e la pesca, non la nostra comodità personale. Quindi, anche se ormai sussistono centraline più o meno affidabili e efficaci, se si và a pesca si resta in postazione, non si cazzeggia per le cave a decantare il proprio essere professionista estremo….. il vero pescatore se può non si stacca mai dalle proprie canne e quando lo fa recupera gli inneschi onde evitare spiacevoli inconvenienti, ricordate le partenze mentre si è al bar non fanno “il  pescatore”,ma un pescatorino.

Parliamo ora di come affrontare questo specchio d’acqua a mio umile parere, quasi tutte le postazioni situate su delle pedane in abete marino a livello acqua ci permettono un azione di pesca idilliaca specialmente nella ricerca di spot precisi. Acqua basica e trasparente,  il fondale presenta molti sali e scendi con una media di profondità notevole circa 8mt.

 Sassi e ghiaia fanno da cornice allo stesso nelle 14 postazioni da un Pescatore dove a circa 20 mt dal pod, si possono trovare spot molto proficui raggiungendo il massimo invaso, 12mt di profondità, già sui 50 mt di distanza.

Questo specchio si affronta con una  pesca marginale, silenziosa e attenta.

 Io affronto questo bacino facendo attenzione ad un fattore primario “ la mia esca deve essere nel posto giusto”. Le carpe che popolano questa cava sono molto vecchie e quindi molto maliziose, non vengono ingannate da inneschi convenzionali o pasturazioni massicce e concentrate, ma da piccoli inneschi calati in passaggi prestabiliti con una pasturazione dispersiva e molto digeribile.

Il divieto assoluto di sfarinati vari, di mais anche se precotto e la poca pasturazione adottata da tutti i carpisti garantiscono al fondale una pulizia assoluta riconoscibile in pochissime altre Strutture Italiane.

Molti erbai naturali danno quel valore aggiunto sia al pescatore che alla fauna ittica che la popola, al pesce perchè in essi trovano un alimento naturale costante per tutto il periodo dell’anno portando la taglia media ad un standard elevato, al pescatore per poter individuare zone di passaggio e/o alimentazione e rendere il più naturale possibile il proprio innesco.

Consiglio una madre lenza di diametro non inferiore allo 0.40 essendo severamente vietato ogni tipo di shokleader, un finale composto da un filato morbido, ma di alto libraggio per contrastare le fughe repentine di potenti pesci verso legnaie sommerse presenti in quasi tutte le postazioni pesca ed un ottimo amo robusto privo di ardiglione o con lo stesso schiacciato (ad ogni tabella con il numero di posta troverete una pinzetta per schiacciarli).

Da non sottovalutare nemmeno la potenza delle canne che anche se si pesca marginale devono garantirci di poter combattere con esemplari davvero unici. Un plauso finale và al Titolare Fabio Brojanigo, pescatore Italiano molto conosciuto e veterano del carpfishing, un amico personale, che oltre ad aver messo tutta la sua esperienza professionale a disposizione di tutti i pescatori, mette un esperienza umana che rende tutto il Carpcenterlagunablù PULITO ed affidabile.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Commenti

Gianni il 05/12/14
Ciao a tutti mi hanno invitato a fare una piccola gara la settimana del 13-14 novembre 2014 non ho mai pescato al laguna blu e volevo chiedervi qualche informazioni in più sul comportamento dei pesci in questo periodo dell'anno visto che negli ultimi anni mi sono dedicato al PO Grazie Gianni da Ravenna


Silvia Scuri il 08/02/14
ho letto l'articolo di alberto fusaro,l'entusiasmo e l'umiltà di questo ragazzo sono genuine per questo quello che scrive è pura verità.Grazie a mio fratello Alex e alla grande passione di mio figlio Samuele sto scoprendo che ci sono luoghi e persone a noi vicine che meritano stima e approvazione per quello che fanno...spero che il mio 17enne possa crescere con gente come voi !!!!!grazie Alberto e grazie a Fabio !!!!Silvia da Bergamo


Massimo il 04/01/14
Se qualcuno mi può dare qualche info,tipo di boile diametro, e aromatizzazione, andrò la prima settimana di maggio,e sarò alla postazione n7 grazie


Jacopo il 28/11/13
Conconrdo pienamente. Io che di solito vado solo in libera... è stata un'esperienza unica. Laguna Blu vuol dire Famiglia ! Grande Fabio P.S Piccolo consiglio, il finale meglio in fluoro che treccia :)


yuri il 08/04/13
molto bello articolo con un ottima descrizione


paolo il 05/04/13
condivido quanto ha detto alberto ..grande lago dove si possono fare grandissime sezioni con grandissime persone tra questi il grande fabio e i suoi genitori .....ed il massimo rispetto della natura by pei


Mauro il 04/04/13
Articolo bellissimo, puntuale!!! Grande intinerario sia per il luogo e per la gestione complimenti Alberto per il tuo articolo


Davide il 04/04/13
Bella descrizione Alberto, decisamente hai incuriosito la mia persona e visto che pesco solitamente in compagnia della mia ragazza (angler pure lei) questo bellissimo posto sara presto meta di una nostra sessione.. Grazie.


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)