Pronto

Carlo Viola; sede n.ro 254 Wild Queen Este (PD) Veneto

Di Agostino Zurma pubblicato il 20/10/17

AZ. Pronto Carlo, come ti avevo anticipato questa volta è il tuo turno.

 Parliamo un poco di te, di come ti sei avvicinato a CFI ?

 

CV.Ciao Presidente! La prima volta che mi sono avvicinato a CFI è stato in occasione di un Carpitaly (credo del 2002), conoscevo già l'Associazione grazie alla rivista Pescare Carpfishing e feci lì la mia prima iscrizione alla sede virtuale, sono stato poi iscritto ad altre 3 sedi prima di aprirne una io stesso.

 

 

AZ. Descrivimi in poche parole  tua sede  ?

 

CV.La nostra sede è atipica perché comprende un gruppo di pescatori molto vario, pratichiamo oltre al carphing infatti anche lo spinning, la mosca ed il catfishing. 

 

 

AZ.Sei a capo di una delle  sedi di recente costituzione, eppure possiamo elencare l’organizzazione di numerosi eventi e constatare la vostra attiva partecipazione a tanti altri. Cosa smuove te e tuoi ragazzi ?  Vuoi parlarmene ?

 

CV.Innanzitutto una profonda passione per la pesca, ho visto raramente l'attaccamento e la dedizione che tanti dei "miei" ragazzi hanno verso il loro hobby.

In secondo luogo amiamo le nostre acque, amiamo gustarci la vita all'aria aperta e questo sta cementando il nostro gruppo, non credo di sbagliare dicendo che da perfetti conosciuti stiamo diventando amici. 

 

 

AZ.La forza di CFI sta racchiusa nel volontariato, quanto conta?

 

CV.Quando è la passione a smuovere la coscienza non pesa affatto fare volontariato, che sia la pulizia delle sponde o una raccolta fondi per beneficienza farlo insieme diventa divertente e costruttivo. 

 

 

AZ.Come tieni uniti i tuoi ragazzi, dai qualche consiglio a chi sta intraprendendo la guida di una nuova sede ?

 

CV.Credo che un gruppo resti unito quando si hanno gli stessi obiettivi. 

La nostra priorità è da sempre la tutela delle acque e la promozione della pesca in ambienti liberi e selvaggi, a nostro modo di vedere gli unici che sanno veramente farci assaporare il contatto diretto con la natura.

Non sono così esperto da dare consigli a chi voglia aprire una nuova sede ma posso dire che ascoltare i propri iscritti è fondamentale a mio avviso, tramite la comunicazione ci si può confrontare ed organizzare in modo da migliorare sempre più la vita di club. 

 

 

AZ.Cosa diresti ai carpisti che guardano all’associazione con diffidenza ?

 

CV.Quello che dico sempre... CFI è stata la prima associazione a creare le guardie volontarie, è in prima linea sul fronte della tutela delle acque, promuove la pesca sportiva sana ed etica oltre a svolgere attività di volontariato e beneficienza. 

Io sento lo spirito di appartenenza all'associazione e sono orgoglioso di farne parte.

 

AZ.Ho intenzione di continuare con il progetto giovani, cosa ne pensi ?

 

CV.Sarà una frase fatta ma è vero quando si dice che i giovani sono il futuro, se non lasciamo in eredità alle nuove leve il vero spirito della pesca sportiva tutto quello che noi amiamo potrebbe sparire.

 

 

AZ.Anche con te voglio affrontare il problema del bracconaggio, avresti qualche indicazione da dare in merito a come contrastarlo visto che siete tra i più attivi sul territorio ?

 

CV.La cosa fondamentale è vigilare sul proprio territorio.

Non serve essere eroi, basta girare in compagnia ed aprire gli occhi. La maggior parte delle volte quando il bracconiere si sente osservato e controllato se ne va, non dimentichiamo inoltre che solo nella provincia di Padova ad oggi ci sono 17 nuove guardie volontarie (di cui io faccio parte), forze fresche al già nutrito gruppo di volontari che lottano questo terribile realtà.

Ci chiedono spesso se abbiamo paura ad uscire di notte lungo gli argini dei fiumi...la nostra risposta è che la vera paura sta nel fatto che ci tolgano la nostra risorsa più importante: i pesci!

 

 

 

AZ.Grazie Carlo, è stata una bella chiacchierata e grazie per il cappellino !

 

 

CV.Grazie a te Ago, mi è piaciuto far sentire la voce della mia sede. Per il cappellino è stato un piacere !

 

 

 

 

 

 


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)