News

Buon 2018..

Di Roberto Ripamonti pubblicato il 31/12/17

Un anno particolare, diverso per certi versi dai precedenti ma nel quale, sono state tracciate linee che speriamo diventino strade per tutti noi.

Abbiamo cominciato con la nascita e l’ufficializzazione della Fiops che ha il progetto di diventare la lobby a tutela degli interessi della pesca sportiva e quindi, nostri.

Con la Fiops sono stati portati avanti alcuni argomenti di assoluto spessore che non riguardano solo il cf ma tutta la pesca nel suo insieme. Bracconaggio, pesca nei porti, reti sottocosta sono alcuni dei topics trattati.

Siamo anche andati in Senato a descrivere nel dettaglio il bracconaggio ed abbiamo chiesto un inasprimento delle pene per chi si macchi di questi reati.

Qualche tempo prima il Salto era stato profanato due volte da una coppia di delinquenti che sotto le mentite spoglie di pescatori professionisti hanno dapprima catturato ed ucciso centinaia di lucci chiudendoli nelle anse proprio nel momento della riproduzione poi, qualche mese dopo, si sono dedicati alle carpe sfottendo anche i carpisti che subivano questa schifezza.

Per vili e schifose questioni di interessi di due miserabili è stato distrutto un patrimonio di dimensioni enormi.

La pena per loro, in un paese normale sarebbe stata istantanea ed invece sono ancora li.

Non posso dire chiaramente cosa abbiamo gli augurato in molti ma certamente tutti, abbiamo pensato che unica via fosse quella della giustizia fai da te.

Igor , il delinquente criminale che ha imperversato nella bassa padana ha ricevuto aiuti da comunità che dobbiamo combattere, dopo aver ucciso un povero barista ha freddato un guardapesca e ferito un secondo.

Ora è in carcere in Spagna dove speriamo marcisca tra orrendi dolori; non è molto cristiano ma certamente è solo il minimo auspicio, rispetto a ciò che ha fatto. Anche su questo siamo tutti d’accordo. Questa gente deve sparire.

La nuova legge sulla  pesca sportiva è stata presentata in Senato.

Chi come il sottoscritto, Milillo, Galigan, Zurma ne offrì una bella nuova direttamente nelle mani del Presidente Matteoli per una valutazione giuridica circa 3 anni fa, non è stato nemmeno invitato.....abbiamo perso tempo a scriverla e non abbiamo ricevuto nemmeno un cenno.... ma poco importa.

Conta che adesso esiste una nuova legge che spero verrà votata e entrerà in funzione quanto prima.

Un Regio decreto di quasi 85 anni fa non mi pare adeguato alla attuale situazione.

Il bracconaggio ha subito qualche colpo ma, sempre troppo poco rispetto al danno fatto perché s è vero che a Rovigo molto si è mosso, nulla o quali è accaduto nel resto d’Italia e la bella città rodigina è solo un piccolo squarcio dell’intero Paese. Comunque è assolutamente degno di nota ciò che è stato fatto inclusi i 110 km di acque “net free”.

Un ottimo passo avanti indiscutibilmente ma ora bisogna pensare a proteggere tutto il resto. 

A Campotosto ci abbiamo provato grazie a quello che per il sottoscritto è certamente il personaggio dell’anno ovvero Guido Rispoli che ha organizzato un vento sensazionale per qualità e importanza. Se la politica locale avrà assorbito anche solo il 20% del significato di quella manifestazione dirà addio alle reti e aprirà alla pesca sportiva con beneficio immenso per i comuni locali scossi e distrutti dal vigliacco sisma.

Il carpfishing purtroppo sta sprofondando in un abisso fatto di insulti, maldicenze e poca sostanza.

Peccato vedere così distorto un messaggio che era ben differente quando 25 ani fa abbiamo cominciato a diffondere. 

Viene il voltastomaco a leggere i giudizi persone che in anni non hanno fatto altro che spargere odio.

Minacce, violenze verbali e lotte intestine che non portano da nessuna parte stanno facendo allontanare migliaia di appassionati che preferiscono a questo punto il feeder fishing a ciò che vedono sui social, spesso latrina e vetrina per personaggi discutibili.

Complimenti a Agostino Zurma e tutta CFI perché da soli perseguono una strada difficile, ricca di invidie e trabocchetti  ma che stanno sempre procedendo con rettitudine e una passione inattaccabile .

Altri eroi dell'anno a mio piccolissimo giudizio. CFI è un patrimonio di tutti e andrebbe valorizzato e riconsciuto anche dai più testardi.

Finalmente il carpfishing è approdato anche nei canali televisivi in chiaro con la mia trasmissione Appunti  di Carpfishing che verrà replicata anche l’anno prossimo su Italian Fishing TV.

Sono uscito da un canale criptato a pagamento che non vede nessuno e nel quale ho girato oltre 110 filmati tra cui alcuni di cf davvero splendidi e non per merito mio.

Ma sono stati visti da così poche persone che è come non li avessi mai fatti.

Non è uno degli highlights della stagione ma tra tante negatività mi sembra una buona notizia almeno per me.

La cattiva è la scomparsa di Rossano e Simone, due amici , due spendide persone, due appassionati purissimi.

A loro va il pensiero più profondo ed il ricordo di tutto noi.

Gente con il sorriso sulle labbra lontana mille miglia dagli haters del nostro movimento.

Ci vediamo al Carp Italy; intanto, da parte di chi scrive e dei collaboratori di Carponline; 

Buon Anno a Voi e alle Vostre Famiglie.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Commenti

denis il 01/01/18
ciao Roberto!auguri anche a te!!! Speriamo che con il nuovo governo ci sia un pò più di disponibilità da parte di chi decide!


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)