News

Bracco in fuga sul Bacchiglione

Di Redazione pubblicato il 17/04/18

Ancora un attacco, l'ennesimo con la corrente elettrica.

A farne le spese il Bacchiglione ma stavolta i bracconieri sono stati ati intercettati e sono dovuti scappare.

La refurtiva, perché di tale si tratta consisteva in pesce da commercializzare nel canale clandestino ed illegale ma i militari hanno recuperato prove inconfutabili sulle loro attività illecite e sono al lavoro per individuarli.

Ci vuole poco a voler sapere chi son ed andare ad intercettarli una volta per tutte ma ancora non vi è chiarezza sulla normativa e le troppe falle lasciate, non danno molte speranze di una punizione esemplare

L'allarme è scattato in piena notte, alle 3.30 di mercoledì da aprte di un guardia ittica volontaria  della Fipsas (Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee) che ha allertato i carabinieri di Saccolongo.

Il supervisore ha sorpreso lungo l'argine del Bacchiglione alcuni pescatori di frodo, che accortisi della sua presenza sono subito scappati lascinaod sul terreno lgi strumenti che stavano usando

I bracconieri hanno lasciato sul posto un guadino, il retino per portare a riva i pesci, e un gommone, ma soprattutto una batteria per automobili con i cavi.

I pescatori di frodo cercavano di stordire i pesci con l'elettricità per poi recuperarli facilmente con gli altri attrezzi.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)