News

Boy scout vs Carpisti!!

Di CFI pubblicato il 13/06/11

“Che bello sarebbe insegnare la nostra pesca ai ragazzi visto che non la conoscono”…
questo pensiero è nato durante una riunione del direttivo CarpTeam 2005 Anguillara Veneta trovando poi l’approvazione di tutto il team.

Siamo riusciti quindi, con non poche difficoltà, ad organizzare in incontro di due giorni, 26 e 27 giugno 2010, con l’intento di diffondere il nostro vivere carpfishing. Abbiamo preso contatto con Marco del lago di Cona (Ferrara), per la location; con l’azienda Milo, i fratelli Pirani e con Glauco, per le conoscenze tecniche; con gli attori principali il Gruppo Boys Scout Canda 1 (Rovigo); e naturalmente abbiamo mobilitato i dj dell’evento: noi tutti del CarpTeam.

L’affiatamento dei due gruppi ha avuto inizio da subito con l’allestimento dei campi. Ragazzi di circa 12 anni hanno dimostrato a noi carpisti la precisione nel montare e allineare le varie tende per la notte. Imbarazzante per noi abituati ad attrezzare il campo a “casaccio”.

Finalmente abbiamo potuto insegnare qualcosa anche noi cominciando a parlare del carpfishing: erano bellissime le loro espressioni quando magicamente vedevano sparire i sacchettini di pva nell’acqua o quando annusavano le profumatissime palline colorate.

Dopo l’ABC del carpfishing i ragazzi sono stati coinvolti in un entusiasmante lancio con il cobra di gruppo ed anche in un più complessa prova di lancio con la canna (naturalmente sprovvista d’amo) dimostrando una inaspettata capacità vista la giovane età. Il varo del barchino radiocomandato ha portato l’entusiasmo alle stelle, tutti hanno voluto manovrare quella sorprendente barca in miniatura. Non meno successo ha riscosso la vera e propria barca con motore elettrico, muniti di salvagente i ragazzi hanno potuto a turno navigare nel lago.

Le quattro squadriglie boys scout (Aquile, Procioni, Lupi e Pantere) sono state affidate a quattro anglers del Carp Team per trasformare la teoria insegnata in pratica.

Il lago è stato generoso in quei due giorni permettendo a quasi ogni scout di portare a guadino una carpa per poi esibirsi in esilaranti ed acrobatici tentativi per le foto di rito.

Al termine di una lunga giornata che ci ha visto indossare gli insoliti abiti di insegnanti di carpfishing la notte ha avuto come protagonisti, invece, i boys scouth che sono riusciti a coinvolgerci in divertenti canti e balletti attorno al falò.

Il nostro intento di trasmettere e condividere la passione, le emozioni e l’etica di questa pesca speravamo fosse arrivato al termine di questi due giorni vissuti fianco a fianco. Con poche e sincere frasi i boys scoth hanno raccontato la loro esperienza:

 

“…siamo stati a contatto con la natura e con gli animali soprattutto con le carpe… abbiamo potuto provare l’emozione di prenderle in mano… ci ha fatto molto piacere sapere che il Carp Team non uccide i pesci che pesca ma li rilascia quel momento suscita in noi una sensazione di libertà e sollievo” (squadriglia Procioni);

“Io sono un carpista e per me le cose fatte oggi sono state molto scontate, ma questo non significa che non mi sia divertito anzi mi sono state insegnate nuove montature com il D-Rig. Ma per latri membri del mio gruppo sono state cose nuove e ho visto in loro un grande interesse per la pesca” (squadriglia Pantere);

“Il lago era molto grande ma siamo riusciti lo stesso a pescare tre carpe regina … non è stato molto semplice perché la carpa tirava molto forte!... E’ stato molto eccitante prendere in mano il pesce nonostante il peso, per fare la foto di quello che con fatica avevano preso.” (squadriglia Aquile);


“Abbiamo capito cos’è la pazienza del pescatore perché la carpa non abboccava mai all’amo. Ma proprio quando le speranze erano ormai perse la centralina ha iniziato a suonare e così abbiamo preso una carpa!!!... Durante la serata abbiamo fatto partecipare il Carp Team al nostro cerchio serale, facendoli giocare e divertire con noi, così abbiamo insegnato qualcosa noi a loro!!!” (squadriglia Lupi).

 

Ringraziamo per la riuscita dell’evento Marco del Lago Verde di Cona (Fe), il Team Milo per l’appoggio tecnico e pratico, tutti gli iscritti del Carp Team Anguillara Veneta – sede CFI n. 124 per l’aiuto nell’organizzazione e soprattutto i mitici Gruppo Boys Scout Canda 1 che ci hanno regalato grandi emozioni e ci hanno ricordato quanto magica può essere la nostra passione per il carpfishing.

 

Carp Team 2005 Anguillara Veneta

Sede CFI n. 124


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Commenti

Lorenzo Maini il 13/07/11
che bello ! complimenti a tutto lo staff di COL, spero anche io un giorno di poter dare un contributo a queste iniziative fantastiche


Emiliano il 21/06/11
semplicemente spettacolare! mi immagino la gioia di quei bambini quando hanno visto la carpa a guadino, mio figlio sprizza di gioia anche solo per un pesciolino! e a parte il fattore pesca, secondo me è anche molto educativo, proprio perchè il carpfishing non deve essere solo l'atto del pescare, ma deve essere uno stile di vita, con spirito di gruppo e rispetto per la natura. Ben vengano queste iniziative!


Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)