News

Borgo Ticino; 80 kg con la corrente.

Di roberto pubblicato il 04/06/17

Tra i settanta e gli ottanta chili di carpe e siluri, pescati probabilmente nel fiume Tanaro con l'ausilio di scosse di corrente.

La Polizia Stradale di Novara alle due della notte fra lunedì e martedì ha fermato a Borgo Ticino, all'altezza del chilometro 20 della bretella che collega l'Autolaghi all'Autotrafori, un autocarro Nissan di colore bianco guidato da un ventenne rumeno residente a Varese.

Con lui viaggiavano due suoi connazionali che abitano a Bregano.

Gli agenti hanno rinvenuto tre recipienti di plastica contenenti una grande quantità di pesce, due gommoni con i relativi remi, due reti da pesca, due batterie, una bobina e un cavo elettrico.

Le persone a bordo hanno spiegato di essere provenienti dalla provincia di Alessandria, anche se non hanno saputo fornire l'esatto luogo in cui s'erano dedicati alla pesca.

S'è resa necessaria l'immediata distruzione del pesce, ed è scattato il sequestro del veicolo che era in pessime condizioni.

Dai controlli è anche emerso che la carta di circolazione non era aggiornata, che sul mezzo si trovavano più individui di quanto consentito, e che uno di loro era alloggiato nel vano destinato al carico.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)