News

Avviso 'orale' (??) per due bracconieri....

Di Redazione pubblicato il 03/10/16

Due bracconieri colti sul fatto mentre cercavano di pescare nell'area vietata di Corbola nei giorni scorsi, erano stati denunciati per danneggiamento.

Presi con le mani nel sacco da un'altra imbarcazione sarebbero scappati dopo avere speronato il secondo natante. 

I carabinieri della stazione di Taglio di Po, però, dopo tutti gli accertamenti del caso, avevano denunciato a piede libero i due romeni, di 44 e 38 anni, entrambi già noti e residenti in Polesine.

Personaggi noti quindi perché sin dal precedente mese di aprile, quando  si erano messi a pescare con una rete non consentita. 

Il 38enne, inoltre, risulta già denunciato in passato per una vicenda di commercio di materiali esplodenti.

A seguito della denuncia dei carabinieri, sull'ultimo episodio si sono messi al lavoro anche gli uffici della Divisione di polizia anticrimine.

Il loro esame della vicenda ha portato all'emissione, da parte del questore Fabio Cilona, di un avviso orale a carico dei due romeni. 

Stessa misura per un terzo rumeno di 47 anni, al quale in estate era stato contestato l'impiego di attrezzatura non consentita nella pesca, oltre a un trasporto non a norma di pesce destinato alla vendita. 

Siamo alle comiche finali?? Stiamao scherzando e giocando? Sono dieci anni che combattiamo una guerra sotterranea con questia gente e ci si limita ad un avviso "orale". Ma allora gli si dia un premio perché tolgono pesci dall'acqua e se sbattono contro una barca che li becca mentre DELINQUONO, non possono essere accusati di tentato omicidio come logica vorrebbe (se la barca speronata fosse affondata gli occupanti avrebbero rischiato la vita...).

Paese di pulcinella, giusto quello.


FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)