Amur: ricerca e pasturazione...e nuovi guadini.!!!

di Pasquale Cenami pubblicato il 15/03/16

L'amur è una realtà amata da tanti appassionati, e le possibilità di catture di grande taglia sono molte.!

La carpa erbivora o amur è un pesce originario dell'asia, in particolare del bacino dell'amur da cui prende il suo nome.

Come tutti sappiamo, è un pesce che si nutre quasi esclusivamente di sostanze di origine vegetale, ed è un gran mangione, o meglio divoratore, di erbe acquatiche ed alghe.

Non si riproduce molto nelle nostre acque, perchè non sussistono le condizioni climatiche ideali.

E' un pesce molto tranquillo, che preferisce acque calme, e si adatta tranquillamente a temperature fra i 3 e 30 gradi.

Puo raggiungere pesi prossimi ai 35kg, e puo raggiungere lunghezze superiori a 1Mt.

 

Con l'arrivo della bella stagione, quando le acque cominciano a diventare calde, riescono a consumare quantità di cibo spaventose, rispetto al loro peso.

 

Nella tenera età si nutrono di piccoli crostacei, così subendo una crescita veloce, raggiungendo in poco tempo dimensioni superiori ai 10kg di peso, per poi rallentare la crescita a pochi etti all'anno.

Come detto prima, per insidiarlo, il periodo migliore resta la stagione calda. Anche se si ottengono ottimi risultati con temperature decisamente basse.!!

Vi ricordo che nella vegetazione, dove di solito stazionano i nostri amici, c è sempre un banchetto aperto; per il semplice motivo, che nella vegetazione, si sviluppano organismi come le larve di chironomo, o meglio conosciute come "ver de vase", poi, la limnea o lumachina d'acqua e le planorbe, (piccoli molluschi che brucano nella vegetazione sommersa)

Tutto questo ben di Dio è linfa vitale per le carpe comuni e non solo, per cui diventa problematica la convivenza tra le due specie, creando una competizione alimentare mostruosa.!

 

RICERCA E PASTURAZIONE:

Per "sedurre" questo affascinante pesce, bisogna principalmente conoscere i suoi movimenti, ed in particolare conoscere il suo alimento principale, e dove si nutre..!!

La pasturazione è molto importante, e deve servire per invogliare l'attenzione e la diffidenza dell'amur, o meglio del branco, e come ben sappiamo, a differenza della carpa comune, l'amur e un pesce non solitario.!!

Per cui una pasturazione continua e mirata, lo indurrà a ritornare sul luogo, in modo che diventi una vera e prorpia zona di PATTUGLIAMENTO.!! Il quantitativo deve essere molto abbondante , per ottenere una risposta immediata.

Per la ricerca, personalmente mi affido alla mia semplice vista ad occhio nudo, o con l'ausilio del binocolo; nei casi più complicati, con l'aiuto dell'ecoscandaglio, localizzando le zone dove calare le nostre "Trappole", dopo un'attento scrutamento degli ostacoli presenti.

Personalmente adopero 2 tipi di pasturazione:

1) Prevede una grossa immissionein acqua immediata, di: Mais, avena, frutti d'acero, pellets e poche boilies, in tutto 5-6 kg per canna.

2) Più ponderata, implica una pasturazione continua, sempre a base di granaglie per intere settimane, persino durante le pause di pesca.

Una volta localizzati i suoi classici riflessi, a 30-50Mt da riva, un ottimo sistema è quello di pasturare durante il giorno nei momenti di quiete, con caldo torrido, per poi tornare a pescare, nelle ore pomeridiane.

TERMINALI SPECIFICI:

La particolarità del nostro amico, " come tutti sappiamo"   è che non aspira l'esca, come invece avviene per le nostre amiche BAFFUTE, quindi l'innesco sarà diverso da quello utilizzato per la carpa.

Le montature ideali, restano quelle PopUp, ma sinceramente, ho avuto ottimi risultati anche con quelle da fondo.!

Le mangiate, sono evidenziate con dei Bip e con delle calate, ma spesso si possono manifestare anche con delle partenze da far rabbrividire la più potente moto in commercio.

E' un pesce che non offre molta resistenza combattiva. Ma ATTENTI A VOI, perchè scatenerà l'inferno e tutta la sua aggresività, quando si starà avvicinando al ridosso della riva, e alla vista del guadino e del pescatore, saranno momenti di dura lotta..!!

Per cui, cari amici, pazientate un attimo, prima di mettere nella rete questo diavolo, ALTRIMENTI CI SI RIMETTE LA RETEEEEEE...!!!!

 






Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)