News

90 mila euro per contenere cosa?

Di Roberto Ripamonti pubblicato il 22/11/18

E' proprio vero che spesso è inutile buttare parole e sprecare migliaia di chilometri in auto per spiegare e dimostrare ciò che alcuni non vogliono sentire; la pesca sportiva è una pecorella che non viene minimamente sentita belare.

Poco importa se ci sono 2 milioni di praticanti, a certe amministrazioni non interessa assolutamente nulla anche ammesso che abbiano la modestia di saperlo ed appurarlo. Sta di fatto che iniziano le odiose e schifose operazioni di eradicazione del glanis dalle acque del Parco del Mincio.

In sintesi, siamo tornati indietro di 12-15 anni quando proprio qui iniziarono le prime schifose prove di pulizia etnica.

In ulteriore sintesi, come direbbe qualcuno...allora non abbiamo capito un cazzo....le lezioni del passato son state inutili ovvero, i soldi spesi a palate in passato per contenere il siluro, sono stati spesi per nulla se oggi devono essere ri-spesi. Ma chi firma queste decisioni si rende conto che sono energie che potrebbero essere dedicate a ben altro che non ad ammazzare degli ignari pesci?

Ci si rende conto che le nostre acque vengono massacrate da luridi predoni rumeni ed ogni giorno viene data notizia di reti, storditori e camion pieni di pesce morto da vendere?

Ci mettiamo anche noi a dare un ulteriore colpo di grazia alle nostre acque quando è evidente che in parecchi hanno pilotato decisioni sbagliate in passato e continuano a farlo imperterriti?

Inutile ribadire che sono gli ambienti acquatici ad essere compromessi e fin che non si sistemano quelli, no torneranno a sorridere le scardole, le lasche e i pighi di un tempo.
Non torneranno perché non ci sono le condizioni per vivere.
Sono stato recentemente a Palazzolo sull'Oglio a filmare per Destinazione Pesca (Canale Alpha del digitale) ; fiume pulito, splendido e strapieno di pesce di ogni tipo...inclusi i siluri.
Ed allora, sono coglioni i siluri di Palazzolo che non si pappano tutto oppure, questa storia andrebbe rivista e forse , ragionata senza dispendio di pubblico denaro?
Non voglio tornare sulla Drava dove coesistono 10 tipi di predatori diversi tra cui il glanis eppure ci sono miliardi di pesciotti foraggio sarebbe troppo stucchevole. Abbiamo spiegato prrio a Mantova e quidi sul Trasimeno, a Ferrara, a Vicenza ed in altre mille occasioni che la pesca sportiva ha un valore se il pesce è vivo e vegeto, non se è stato eradicato.
Ed allora perché queste schifezze che fanno sempre pensare che i soldi dei contribuenti vengano gettati nel cesso ogni volta? Fate vobis, a me viene la nausea.
Il bello...si fa per dire.... che questo avviene a Mantova, dove da venti anni teniamo il Carp Italy e chi ha firmato questo scempio inutile magari è stato pure ad ascoltare le nostre convention e le nostre proposte annuenedo.
Parole e chilometri e sacrifici gettati al vento in un istante. 

FacebookTwitterGoogle+Invia per email

Collabora


Ti potrebbero interessare anche:








Inserisci un commento

(La pubblicazione è soggetta ad approvazione da parte della redazione.)